Stadio Olimpico, curve ridotte per la nuova stagione di serie A

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 luglio 2015 13:11 | Ultimo aggiornamento: 28 luglio 2015 13:11
Stadio Olimpico, curve ridotte per la nuova stagione di serie A

Stadio Olimpico, curve ridotte per la nuova stagione di serie A

ROMA – “A partire da quest’anno lo stadio Olimpico avrà le curve ridotte. Si passa da 8.700 posti a 7.500 posti”. Lo annuncia il questore di Roma, Nicolò D’Angelo, presentando l’ordinanza sul nuovo “modello organizzativo per la sicurezza degli incontri di calcio” firmato subito dopo la pubblicazione dei nuovi calendari di serie A.

Da oggi in poi in curva dovrà essere garantito l’accesso al corridoio centrale, “come previsto dalla legge”, puntualizza il questore aggiungendo che sarà inoltre creato maggiore spazio ai lati del settore dove non potranno sostare i tifosi. Le curve a capienza ridotta dovrebbero debuttare dunque già nella prima giornata del campionato di serie A, in programma il 23 agosto, quando la Lazio ospiterà il Bologna in casa. Per la curva Sud, quella dei tifosi romanisti, il debutto sarà invece per la settimana successiva, quando all’Olimpico arriveranno i campioni d’Italia della Juventus.

Inoltre sempre a partire dalla prossima stagione, la Curva Sud e la Curva Nord saranno divise in due settori al loro interno. In questo modo si creeranno 4 settori distinti: Curva Sud Centrale Destra (settori 18 e 19), Curva Sud Centrale Sinistra (settori 20 e 21), Curva Nord Centrale Destra (settori 46 e 47) e Curva Nord Centrale Sinistra (settori 48 e 49). E ognuno dei nuovi spazi avrà un ingresso separato dall’altro. Saranno anche innalzati i cancelli e i moduli che dividono le Curve dai Distinti.

Per effettuare la divisione alcuni posti a sedere sono stati eliminati e si dovrà procedere con un cambiamento di posto. Per questo da oggi (16 luglio 2015) fino al 1° agosto 2015 tutti i tifosi romanisti che hanno sottoscritto gli abbonamenti per il campionato o per la sola Champions League nelle zone interessate, potranno decidere di cambiare il proprio posto o, in alternativa, effettuare il diritto di risarcimento. La Lazio invece ha momentaneamente sospeso la vendita delle tessere per la Nord proprio a causa della ristrutturazione in programma