La statua di Zlatan Ibrahimovic è stata abbattuta a Malmoe: ecco perché

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 5 Gennaio 2020 18:04 | Ultimo aggiornamento: 5 Gennaio 2020 18:04
statua di Zlatan Ibrahimovic è stata abbattuta a Malmoe: ecco perché

Zlatan Ibrahimovic con la maglia del Milan nella foto Ansa. La sua statua a Malmoe è stata abbattuta

MALMOE (SVEZIA) – Mentre a Milano Zlatan Ibrahimovic è stato accolto come un salvatore della patria, a Malmoe, nella sua città natale, continuano a contestarlo pesantemente. Degli ultrà del Malmoe hanno raso al suolo la sua statua per protestare contro la sua decisione di acquistare delle quote societarie dell’Hammarby, squadra di Stoccolma e da sempre rivale del Malmoe. La scorsa notte, come scrive il quotidiano Aftonbladet, alcuni vandali hanno abbattuto la statua che lo celebra(va).

Tra qualche ora, Ibra potrebbe fare il suo secondo esordio con la maglia del Milan. Zlatan Ibrahimovic “ha già dato la svolta all’ambiente” ma “non è il salvatore della patria”. Lo evidenzia l’allenatore del Milan, Stefano Pioli, alla vigilia della gara contro la Sampdoria.

Le sue dichiarazioni sono riportate dall’Ansa: “Lo si può toccare dentro e fuori Milanello, non è un giocatore qualsiasi, una personalità qualsiasi. Ma sarà la squadra a dover fare meglio per vincere le partite. Lui mi sta però piacendo tantissimo, anche oggi è stato l’ultimo a lasciare lo spogliatoio. Domani gioca? E’ a disposizione”. 

Zlatan Ibrahimovic dovrebbe partire dalla panchina, al suo posto dovrebbe giocare Piatek ma questo non significa che non possa entrare a partita in corso, magari quando gli avversari sono stanchi, per fare la differenza. 

Riportiamo alcuni video da YouTube che documentano l’atto di vandalismo di alcuni tifosi del Malmoe nei confronti della statua che celebra(va) Zlatan Ibrahimovic.