Stefano Pioli: “Ecco perché mi sono dimesso dalla Fiorentina”. Anche Carlos Freitas verso addio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 aprile 2019 19:36 | Ultimo aggiornamento: 9 aprile 2019 19:39
Stefano Pioli: "Ecco perché mi sono dimesso dalla Fiorentina". Anche Carlos Freitas verso addio

Stefano Pioli: “Ecco perché mi sono dimesso dalla Fiorentina”. Anche Carlos Freitas verso addio. Foto ANSA/MAURIZIO BRAMBATTI

FIRENZE – Stefano Pioli si è dimesso dall’incarico di allenatore della Fiorentina. Lo ha fatto perché sono state messe in discussione le sue capacità umane e professionali. L’esempio dell’ormai ex allenatore della Fiorentina potrebbe essere seguito anche da Carlos Freitas. Il dirigente portoghese sta pensando di lasciare subito la Fiorentina presentando le dimissioni. Sarebbe comunque andato via al termine del campionato.

Stefano Pioli spiega i motivi che lo hanno portato alle dimissioni. 

“Mi sono sempre assunto le mie responsabilità, ho sempre garantito nel mio lavoro professionalità, rispetto e massimo impegno: a malincuore oggi mi vedo costretto a dover lasciare, dimettendomi, poichè sono state messe in discussione le mie capacità professionali e soprattutto umane”: e’ un addio pieno di amarezza quello di Stefano Pioli alla Fiorentina, ufficializzato in una nota all’ANSA. Il tecnico ha rassegnato le sue dimissioni all’ indomani del comunicato di proprieta’ e societa’ che invitavano lui e la squadra al massimo impegno e al rispetto della maglia.

Poco dopo le ore 16, con due righe scarne la Fiorentina ha ufficializzato di aver ricevuto oggi le dimissioni di Stefano Pioli. L’allenamento odierno si sta regolarmente svolgendo sotto la guida del tecnico in seconda Giacomo Murelli.

E’ una Fiorentina sempre più nel caos. Dopo le dimissioni del tecnico Stefano Pioli, che non ha accettato di veder mettere in discussione dalla proprietà e dalla società le sue capacità professionali e umane, potrebbero arrivare quelle del direttore sportivo Carlos Freitas. La notizia è stata pubblicata dall’Ansa alle ore 18.

Il dirigente portoghese, accostato al Monaco, era già comunque in predicato di andarsene a fine stagione. L’allenamento odierno è stato seguito dal vice di Pioli, Giacomo Murelli, e dal figlio dell’ormai ex tecnico viola, Gianmarco, match analyst. Tutto lo staff seguirà Pioli.

Intanto la società sta valutando come e con chi sostituire l’allenatore dimissionario: fra i nomi circolati quello di Emiliano Bigica, attuale tecnico della Primavera, impegnato però a preparare la finale di ritorno di Coppa Italia venerdì contro il Torino. E quello di Vincenzo Montella che ha già lavorato a Firenze con ottimi risultati per tre anni, fino al giugno 2015.
Fonte: Ansa.