Striscione dei tifosi del Napoli contro De Laurentiis: “Ancelotti prescelto per prenderci in giro senza un progetto”

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 28 aprile 2019 16:11 | Ultimo aggiornamento: 28 aprile 2019 16:12
Striscione dei tifosi del Napoli contro De Laurentiis: "Ancelotti prescelto per prenderci in giro senza un progetto"

Striscione dei tifosi del Napoli contro De Laurentiis: “Ancelotti prescelto per prenderci in giro senza un progetto”. Foto ANSA/CLAUDIO ONORATI

NAPOLI – Dura contestazione dei tifosi del Napoli nei confronti del patron Aurelio De Laurentiis e nei confronti della squadra che chiuderà la stagione al secondo posto in classifica ma senza trofei. Prima della partita, è stato esposto uno striscione contro Aurelio De Laurentiis, al termine di Frosinone-Napoli è stata rilanciata in campo la maglia regalata da Callejon ai tifosi al grido di: “Meritiamo di più”.

Striscione dei tifosi del Napoli contro la gestione di Aurelio De Laurentiis.

“Carletto l’ultimo prescelto per prendere in giro tutti senza un vero progetto”. Questo lo striscione che sostenitori del Napoli hanno affisso questa notte nel luogo simbolo della città, Piazza del Plebiscito. Uno striscione lunghissimo per attaccare direttamente il tecnico azzurro Ancelotti e il presidente del Napoli De Laurentiis. Lo stesso striscione è stato affisso sabato notte anche in via Marina, su uno dei muri che separa la strada dall’area portuale di Napoli.

    Già alla vigilia della sfida di Europa League all’Arsenal, erano stati esposti striscioni con la scritta “Pretendiamo la coppa Uefa” a cui Ancelotti aveva risposto in conferenza stampa che è sbagliato “pretendere” ma che lui e la squadra avrebbero assicurato il massimo impegno.

Carlo Ancelotti, ai microfoni di Sky Sport, ha detto di non capire la contestazione dei tifosi nei confronti di De Laurentiis e della squadra. Le sue dichiarazioni sono riportate sul sito internet di Gianluca Di Marzio.

“Sinceramente non mi spiego il malcontento dei tifosi. La società è consolidata, che programma bene, è oculata. Deve essere chiaro a tutti che qui il giocatore che guadagna 10 milioni di euro non può arrivare, per cui si deve investire su calciatori più giovani. Si è investito su giocatori come Meret, Verdi e Fabian che non hanno stipendi esagerati che farebbero rompere un bilancio sano. Si può vincere lo stesso, magari serve più tempo ma con la programmazione giusta si può far meglio anno per anno. Faremo acquisti mirati e andremo avanti”.
Fonti: Ansa e Sky Sport (Gianluca Di Marzio).