Super Champions, alleanza tra Juventus, Napoli e Inter. Agnelli rieletto presidente ECA

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Settembre 2019 17:41 | Ultimo aggiornamento: 11 Settembre 2019 17:41
Super Champions Juventus Napoli Inter alleanza Agnelli presidente Eca

Agnelli rieletto presidente Eca, vuole la Super Champions (foto Ansa)

ROMA – Le big d’Italia ci mettono la faccia e spingono per la creazione della super Champions, torneo esclusivo aperto solamente alle squadre più forti d’Europa. Andrea Agnelli, presidente della Juventus, è stato rieletto presidente dell’Eca, mentre Steven Zhang, figlio del presidente dell’Inter, entra nel consiglio e De Laurentiis, patron del Napoli, entra nella commissione Uefa delle coppe. 

“La riforma della competizioni europee andrà avanti. Le modalità sono ancora de definire, ma vi e’ unità di intenti sul fatto che bisogna sviluppare il calcio internazionale di club”. Questo quanto dichiarato da Andrea Agnelli questo pomeriggio a Ginevra, al termine dell’assemblea generale dell’ECA che lo ha rieletto presidente fino al 2023.

Agnelli non ha pero’ nascosto di essere stato un po’ amareggiato dal modo in cui era stata accolta la prima proposta di riforma della Coppe europee. “Quel progetto era un punto di partenza per la riflessione, ed e’ invece stato inteso come punto di arrivo”.
   
Per il futuro, il nuovo modulo non e’ ancora definito. “Potrebbe somigliare al progetto di partenza o no. Non lo so. Non c’é fretta. Il termine massimo per mettersi d’accordo anche con l’Uefa ed i vari partner e’ il 2022. Anche se spero che si trovi una soluzione prima”, ha concluso Agnelli.

Super Champions, cosa aveva detto De Laurentiis. 

Cosa aveva detto tempo Aurelio De Laurentiis al Corriere della Sera: “Le competizioni europee attuali sono obsolete. Così come la Serie A. La Champions e l’Europa League vanno aboliteavvicendandole con un torneo, articolato in 80 squadre, cui accedano le prime sette della classifica dei campionati italiano, francese, tedesco, inglese e spagnolo e le prime quattro dei campionati portoghese, olandese, belga, svedese e tutti gli altri.

Squadre divise in quattro gironi da venti: 19 partite/giornate di gara per ciascun girone. Gare secche con location estratte a sorte per stabilire il team che gioca la prima in casa e dare via al calendario. Lo chiamerei European Cup, le partite si giocherebbero il martedì,mercoledì e giovedì, rispettando così la collocazione dei campionati nazionali durante il fine settimane”. “Farei un accordo tra Eca e Leghe europee, attribuendo il cinque per cento del fatturato alla Uefa, per usufruire dei suoi professionisti che lavorerebbero all’organizzazione dei tornei” (fonti Ansa e Il Corriere della Sera).