Supercoppa Italiana alla Lazio, 3-1 alla Juventus a Riyad

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 22 Dicembre 2019 17:36 | Ultimo aggiornamento: 22 Dicembre 2019 20:14
Supercoppa Italiana, Juventus-Lazio 0-0: Cristiano Ronaldo sfida Immobile

Supercoppa Italiana, Cristiano Ronaldo della Juventus nella foto Ansa

RIYAD (ARABIA SAUDITA) – Flop Juventus a Riyad. La squadra bianconera, con maglie e numeri in arabo, è stata schiantata dalla Lazio rovinando la festa dei suoi tifosi arabi accorsi numerosi allo stadio. In campo non c’è stata storia, come avvenuto in campionato, anche stasera la Lazio ha vinto 3 a 1 meritando ampiamente la conquista della quinta Supercoppa Italiana della sua storia. Nella Juve, fa rumore il fallimento del tridente offensivo dove l’unico ad aver giocato bene è stato Dybala (autore della rete della bandiera dei bianconeri). Sarri ha fallito l’opportunità di vincere il suo primo trofeo con la maglia della Juventus mentre Inzaghi ha conquistato il suo terzo trofeo in biancoceleste (una Coppa Italia e due Supercoppe Italiane). 

La Lazio ha sbloccato la gara con Luis Alberto. L’attaccante spagnolo ha segnato un rigore in movimento dopo un bell’assist di Sergej Milinkovic Savic su cross dalla sinistra di Lulic. La Juve ha pareggiato momentaneamente i conti con Dybala. L’attaccante argentino ha segnato a porta vuota dopo una respinta difettosa di Strakosha su un tiro rasoterra di Cristiano Ronaldo. Nella ripresa, la Lazio ha fatto sua la coppa con le marcature di Lulic, su cross di Lazzari, e di Cataldi, in rete su una punizione che è costato il rosso a Bentancur per doppia ammonizione. 

Supercoppa Italiana alla Lazio, 3-1 alla Juventus a Riyad

I calciatori della Lazio festeggiano la conquista della Supercoppa Italiana (foto Ansa)

La cronaca della partita. Finale della Supercoppa Italiana 2019, Juventus-Lazio 1-3, gol: Luis Alberto al 16′, Paulo Dybala al 45′, Senad Lulic al 72′ e Danilo Cataldi al 93′.  

  La Juventus, campionessa d’Italia in carica, ha sfidato la Lazio, campionessa della Coppa Italia in carica, con Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Demiral, Alex Sandro; Bentancur, Pjanic, Matuidi; Dybala; Cristiano Ronaldo e Higuain. Sono andati in panchina Buffon, Pinsoglio, De Ligt, Danilo, Rugani, Ramsey, Emre Can, Rabiot, Douglas Costa, Cuadrado, Pjaca e Bernardeschi. Sarri ha deciso di confermare il tridente “Dygualdo” anche in una partita così importante e ha preferito Demiral e De Ligt, grande acquisto dell’ultimo calciomercato bianconero. 

La Lazio ha risposto alla Juventus con  Strakosha; Luiz Felipe, Acerbi, Radu; Lazzari, Milinkovic, Leiva, Luis Alberto, Lulic; Correa e Immobile. Nessuna sorpresa nell’undici titolare di Simone Inzaghi. La finale di Supercoppa Italiana è stata arbitrata da Calvarese di Teramo, al var nell’ultimo Cagliari-Lazio di campionato.

Al 7′, Luis Alberto, su assist di Ciro Immobile, è andato al tiro dal limite dell’area di rigore della Juventus. Il suo tiro è uscito di un soffio. Lazio in vantaggio al 16′, Lulic ha dribblato De Sciglio sulla sinistra e ha fatto partire un cross sul secondo palo, Milinkovic ha stoppato  il pallone e ha servito un assist d’oro a  Luis Alberto che non ha sbagliato quello che è stato praticamente un rigore in movimento. 

Al 22′, Higuain ha agganciato un pallone molto difficile al limite dell’area di rigore della Lazio e ha servito Ronaldo. Il portoghese ha calciato male non trovando nemmeno lo specchio della porta della Lazio. Al 30′, Dybala ha sprecato un ‘ottima punizione che era stata assegnata per un fallo di Milinkovic su Cristiano Ronaldo al limite dell’area di rigore della Lazio. 

La Juventus ha pareggiato i conti con Paulo Dybala al 45′. L’attaccante argentino ha segnato a porta vuota dopo una respinta difettosa di Strakosha su un diagonale di Cristiano Ronaldo. Il primo tempo è terminato sul risultato di uno a uno, Dybala ha risposto a Luis Alberto. 

Al 56′, Immobile ha ricevuto palla nell’area di rigore della Juventus ma il suo sinistro non ha trovato lo specchio della porta avversaria. Lazio nuovamente in vantaggio al 72′, cross dalla destra di Lazzari e destro al volo vincente di Lulic da due passi. All’81’, l’arbitro Calvarese ha annullato il possibile 3-1 di Correa per posizione di fuorigioco di partenza dell’attaccante argentino. 

Al 92′, Bentancur è stato espulso per doppia ammonizione perché ha fermato Parolo al limite dell’area di rigore della Juventus. Cataldi ha segnato la punizione fissando il risultato sul tre a uno finale. La Lazio ha vinto 3 a 1 contro la Juve conquistando la quinta Supercoppa Italiana della sua storia.