Euro 2012: Inghilterra-Italia e Spagna-Francia nei quarti di finale

Pubblicato il 19 Giugno 2012 23:30 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2012 23:30

Blanc (LaPresse)

KIEV, UCRAINA – Inghilterra-Italia e Spagna-Francia saranno gli ultimi due quarti di finale di Euro 2012.

L’Inghilterra di Roy Hodgson supera 1-0 l’Ucraina in una gara valida per la terza giornata del gruppo D e affronterà l’Italia nei quarti di finale di Euro 2012.

Finisce invece anzitempo l’avventura dell’altro paese ospitante la manifestazione, dopo la Polonia è fuori anche l’Ucraina.

Partita risolta dagli episodi e che certamente farà discutere: l’Inghilterra ringrazia Rooney, in gol all’esordio grazie ad una papera di Pyatov, ma anche l’arbitro Kassai che non convalida un gol di Dedic sempre nella ripresa.

Sul pallonetto dell’attaccante ucraino, John Terry respinge quando la palla aveva già superato la linea di porta. Incredibile l’errore anche alla luce della presenza dell’arbitro di porta, voluto espressamente dal presidente dell’Uefa Michel Platini per evitare che si ripetesse un episodio come quello avvenuto ai Mondiali del 2010.

In quella occasione fu l’Inghilterra ad essere penalizzata nel match contro la Germania, con un gol di Lampard non ravvisato dall’arbitro uruguaiano Larronda.

L’Ucraina ci mette il cuore, sfiora in diverse occasioni il gol nel primo tempo soprattutto con uno scatenato Yarmolenko e con Milevskiy. All’esordio nel torneo dopo aver scontato due turni di squalifica, Rooney sbaglia un gol clamoroso nel primo tempo ma si fa perdonare in apertura di ripresa.

Su un perfetto cross di Gerrard, Pyatov combina un disastro e il bomber del Manchester United appoggia comodamente in rete di testa da un metro. Passano pochi minuti e ancora Rooney in contropiede fallisce il colpo del ko.

L’Ucraina non si arrende e continua ad attaccare e a chiudere gli inglesi nella loro metà campo. Dopo il gol non convalidato a Dedic però anche il morale crolla.

Inutile l’inserimento di uno Shevchenko chiaramente non in condizione di giocare. Nel finale, anzi, sono ancora gli inglesi a rendersi pericolosi in contropiede. Termina 1-0, l’Inghilterra chiude prima nel girone e sarà lei ad affrontare gli Azzurri di Prandelli domenica sera a Kiev.

Una Francia deludente viene sorprendentemente sconfitta per 2-0 dalla Svezia già eliminata e si deve accontentare del secondo posto nel Gruppo D. Nei quarti i transalpini di Laurent Blanc affronteranno sabato 23 la Spagna a Donetsk. Successo meritato degli svedesi al termine di una partita non bellissima ed equilibrata. Zlatan Ibrahimovic, una delle stelle più attese degli Europei, lascia il torneo con un grandissimo gol.

Nel primo tempo, complice anche il gran caldo, la partita viene giocata a ritmi bassi e si contano solo due vere occasioni da rete, una per parte: una conclusione di Ribery parata da Isaksson all’8′ e un palo di Toivonen al 10′. Nel secondo tempo, viste anche le notizie che arrivano da Donetsk dove l’Inghilterra passa in vantaggio, ci si aspetta una Francia più aggressiva e invece è la Svezia a passare. Al 55′ traversone dalla destra di Larsson e spettacolare deviazione al volo di destro di Ibrahimovic che non lascia scampo a Lloris. Il fuoriclasse del Milan mette comunque la sua firma su questo Europeo con uno dei più bei gol, se non il più bello in assoluto visto fin qui.

La Francia è stordita, nel giro di un paio di minuti rischia di capitolare ancora salvata da due interventi decisivi di Lloris. Francesi che si svegliano al 21′ con un affondo di Ribery fermato da Mellberg. Nel frattempo viene ammonito Mexes, un cartellino pesante. Il centrale del Milan era già ammonito e salterà i quarti contro la Spagna. Nel finale Blanc prova a rimescolare le carte, inserendo Menez e Giraud che provano a darsi da fare e vanno vicini al pareggio un paio di occasioni. Al 90′, però, la Svezia chiude i conti con il raddoppio di Larsson che ribadisce in rete un tiro al volo di Holmen respinto dalla traversa. Francia ko, svedesi che quanto meno lasciano l’Europeo con una vittoria.

La classifica del Gruppo D: Inghilterra 7, Francia 4, Ucraina 3, Svezia 3.

I tabellini delle partite.

SVEZIA-FRANCIA 2-0, gol: Ibrahimovic 54′ (S), Larsson 90′ (S).

Svezia (4-4-1-1): 1 Isaksson, 2 Lustig, 4 Granqvist, 3 Mellberg, 5 M. Olsson, 18 Holmen, 9 Kallstrom, 7 Larsson, 20 Toivonen, 10 Ibrahimovic, 22 Rosenberg. (12 Wiland, 23 Hansson, 13 J. Olsson, 15 Antonsson, 17 Safari, 16 Wernbloom, 17 Svensson, 6 Elm, 19 Bajrami, 14 Hysen, 11 Elmander, 21 Wilhelmsson ). All.: Hamren.

Francia: (4-3-3): 1 Lloris, 13 Reveillere, 4 Rami, 5 Mexes, 3 Evra, 17 M’Vila, 18 A.Diarra, 14 Menez, 11 Nasri, 10 Benzema, 7 Ribery. (16 Mandanda, 22 Clichy, 21 Koscielny, 2 Debuchy, 6 Cabaye, 19 Martin, 12 Matuidi, 8 Valbuena, 20 Ben Arfa, 9 Giroud, 15 Malouda, 23 Carrasso). All.: Blanc.

Arbitro: Proenca (Por).

INGHILTERRA-UCRAINA 1-0, gol: Rooney 50′ (I).

Inghilterra (4-4-2): 1 Hart, 2 Johnson, 6 Terry, 15 Lescott, 3 A. Cole, 16 Milner, 4 Gerrard, 17 Parker, 11 Young, 10 Rooney, 22 Welbeck. (13 Green, 23 Butland, 14 Jones, 12 Baines, 18 Jagielka, 5 Kelly, 19 Downing, 8 Henderson, 20 Oxlade Chamberlain, 7 Walcott, 9 Carroll, 21 Defoe). All.: Hodgson.

Ucraina (4-3-1-2): 12 Pyatov, 9 Gusev, 17 Mykhalyk, 3 Khacheridi, 2 Selin, 11 Yarmolenko, 4 Tymoshchuk, 10 Voronin, 19 Konoplyanka, 18 Nazarenko, 7 Shevchenko. (23 Horyainov, 1 Koval, 20 Rakitsky, 13 Shevchuk, 21 Butko, 5 Kucher, 8 Aliev, 6 Garmash, 14 Rotan, 15 Milevsky, 22 Devic, 16 Seleznyov). All.: Blokhin.

Arbitro: Viktor Kassai (Ungheria).