Euro 2012, Svezia-Inghilterra: formazioni, Ibrahimovic titolare

Pubblicato il 15 Giugno 2012 14:16 | Ultimo aggiornamento: 15 Giugno 2012 14:16

Ibrahimovic (LaPresse)

KIEV, UCRAINA – Le formazioni di Svezia-Inghilterra, seconda partita del gruppo D di Euro 2012 in programma stasera  a Kiev (Ucraina):

Svezia (4-4-1-1): Isaksson, Lustig, Granqvist, Mellberg, M. Olsson, Elm, Kallstrom, Larsson, Toivonen, Ibrahimovic, Rosenberg. (12 Wiland, 23 Hansson, 13 J. Olsson, 15 Antonsson, 17 Safari, 16 Wernbloom, 17 Svensson, 18 Holmen, 19 Bajrami, 14 Hysen, 11 Elmander, 21 Wilhelmsson ). All.: Hamren.

Inghilterra (4-4-1-1): Hart, Johnson, Terry, Lescott, A. Cole, Milner, Gerrard, Parker, Oxlade-Chamberlain, Young, Welbeck. (13 Green, 23 Butland, 5 Kelly, 12 Baines, 14 Jones, 16 Milner, 8 Henderson, 18 Jagielka, 19 Downing, 7 Walcott, 9 Carroll, 21 Defoe). All.: Hodgson. Arbitro: Skomina (Slo) Quote Snai: 3,75; 3,25; 2,10

I precedenti assoluti tra le nazionali maggiori dei due paesi sono 22 (2 nelle fasi finali Mondiali, 1 nelle fasi finali Europee, 2 nelle qualificazioni Mondiali, 2 nelle qualificazioni Europee e 15 in amichevole) con bilancio di 7 affermazioni dell’Inghilterra, 9 pareggi e 6 vittorie della Svezia.

L’Inghilterra ha vinto l’ultimo incrocio, 1-0 in amichevole a Londra lo scorso 15 novembre dopo una striscia positiva svedese nei 12 precedenti, il cui bilancio era stato di 4 successi gialloblu ed 8 pareggi.

Le nazionali maggiori dei due paesi si affrontano per la seconda volta nelle fasi finali degli Europei: il precedente risale alla fase a gironi di Svezia ’92 con gli scandinavi che si imposero per 2-1: vantaggio inglese di Platt (3′), pareggio e sorpasso svedese firmati, rispettivamente, da Eriksson J. (48′) Brolin (82′).

L’Inghilterra, tra le 14 nazionali promosse ad Euro 2012, è quella che si è qualificata mandando in rete il minor numero di calciatori, appena 7. La Svezia, tra le 14 nazionali promosse ad Euro 2012, è quella che ha mandato in rete una vera e propria cooperativa del gol: 14 giocatori diversi, come pure una delle due che si è qualificata schierando nelle 10 gare eliminatorie il minor numero di calciatori (23, come la Russia).

L’Inghilterra non perde in fasi finali europee da 4 incontri, con bilancio di 2 vittorie (3-0 sulla Svizzera e 4-2 sulla Croazia nel 2004) ed altrettanti pareggi (2-2 dopo over-time con il Portogallo nel 2004, poi 6-5 lusitano ai rigori e 1-1 contro la Francia l’11 giugno scorso).

Ultimo k.o. 1-2 dalla Francia, in data 13 giugno 2004. In caso di ulteriore risultato positivo, i britannici eguaglierebbero striscia positiva record di 5 gare, messa insieme tra l’8 giugno ed il 26 giugno 1996, con score di 2 vittorie e 3 pareggi.

L’Inghilterra ha sempre segnato almeno un gol in ciascuna delle ultime 9 gare disputate nelle fasi finali degli Europei, per un totale di 17 reti all’attivo.

L’ultimo digiuno inglese risale al 22 giugno 1996 quando, nei quarti di finale, la nazionale britannica impattò a Londra contro la Spagna per 0-0 dopo  tempi supplementari, con qualificazione inglese per 4-2 dopo la serie dei rigori.

La Svezia è approdata a Polonia/Ucraina 2012 con un primato tra le 14 qualificate nel biennio 2010/11: non ha mai pareggiato, come anche Germania, Olanda e Spagna.    Olof Mellberg, 11 presenze con la Svezia in fasi finali europee, è il primatista all-time dall’11 giugno scorso per la nazionale scandinava.

Lo stesso Mellberg è il sesto giocatore ad aver disputato 4 fasi finali, consecutivamente dal 2000, ed ha raggiunto in testa a questo primato Matthaus, Schmeichel, Van der Sar, Thuram e Del Piero.

La Svezia, in fasi finali europee, è reduce da 3 sconfitte di fila: 1-2 dalla Spagna e 0-2 dalla Russia nel 2008, 1-2 dall’Ucraina l’11 giugno scorso. L’ultimo risultato positivo risale al 10 giugno 2008, 2-0 sulla Grecia. E’ ad un passo la serie negativa record gialloblu agli Europei, raggiungibile se non viene battuta l’Inghilterra.

La serie record – 4 gare senza vittorie – è stata stabilita dal 21 giugno 1992 al 19 giugno 2000, con 1 pareggio e 3 sconfitte in bilancio.    Damir Skomina è nato il 5 agosto 1976 a Capodistria, ed è internazionale dal 2003. Di professione manager nel settore turistico, nel tempo libero ama nuotare, giocare a calcio ed a basket con gli amici.

E’ il primo arbitro sloveno alle fasi finali degli Europei ed è alla seconda presenza dopo Danimarca-Olanda 1-0 del 9 giugno scorso. L’Inghilterra non ha mai vinto su 2 incroci, con bilancio di 1 pareggio (2-2 contro la Svizzera in casa il 4 giugno 2011 nelle qualificazioni verso Euro 2012) ed 1 sconfitta (0-1 in Ucraina nelle qualificazioni ai Mondiali 2010, in data 10 ottobre 2009).