Sport

Svezia-Italia streaming – diretta tv, dove vederla (playoff Mondiali)

svezia-italia-streaming

Svezia-Italia, la foto Ansa

Svezia-Italia, partita valida come gara di andata dei playoff Mondiali, IN DIRETTA TV, ORARIO, DOVE VEDERLA IN STREAMING, DOVE VEDERLA SU PC.

Svezia-Italia CLICCARE QUI PER LA DIRETTA LIVE DELLA PARTITA –   Svezia-Italia (orario 20.45), partita valida per l’andata dei playoff Mondiali, verrà trasmessa in diretta tv su Rai 1, in alta definizione, alle ore 20:45.

Svezia-Italia verrà trasmessa in diretta streaming sul sito internet della Rai al seguente link. La vincente nel doppio confronto di questa sfida si qualificherà per i Mondiali di Russia 2018.

FORMAZIONI UFFICIALI di Svezia-Italia, spareggio per accedere ai Mondiali.

SVEZIA (4-4-2): Olsen; Krafth, Lindelof, Granqvist, Augustinsson; Claesson, Larsson, Ekdal, Forsberg; Toivonen, Berg. A disposizione: Johnsson, Nordelfdt, Helander, Jansson, Olsson, Johansson, Durmaz, Holmen, Rohden, Sema, Svensson, Guidetti, Thelin. CT: Andersson.

ITALIA (3-5-2): Gigi Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Candreva, Parolo, De Rossi, Verratti, Darmian; Belotti, Immobile. A disposizione: Donnarumma, Perin, Astori, Rugani, Zappacosta, Jorginho, Gagliardini, Florenzi, Bernardeschi, Insigne, Gabbiadini, Eder. CT: Ventura.

“Mi gioco il Mondiale, e’ la mia partita piu’ importante, la piu’ rischiosa, insomma la piu’ eccitante”: cosi’ Gian Piero Ventura racconta le sue sensazioni alla vigilia dello spareggio di andata per Russia 2018, contro la Svezia.

“Fino alla partita in casa della Spagna, abbiamo creduto di potercela giocare contro di loro alla pari – ha aggiunto il ct azzurro -. Poi dopo Madrid qualcosa e’ cambiato, ed allora e’ cambiato il nostro traguardo, che era giocare lo spareggio da testa di serie: ora ci siamo”.

“Onestamente io non voglio prendere in considerazione l’eventualità che l’Italia non si qualifichi ai Mondiali. E’ una squadra che ha tutto, soprattutto in una doppia partita, per passare il turno con la Svezia priva di Ibrahimovic e giocando il ritorno in casa”.

Bisogna non fare errori”. Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, giounto ad Aosta per partecipare alla cerimonia di premiazione della Giornata Olimpica 2017.

“L’allenatore – ha aggiunto – sa quello che deve fare. In genere si dice che chi ha più esperienza deve giocare un certo tipo di partita, ma non è una regola scontata. L’Italia ha in corso un ricambio generazionale, con dei giovani che si stanno affacciando, e una volta qualificati non saremo favoriti in una competizione internazionale ma nessuno avrà piacere di giocare contro di noi”.

In occasione della partita Italia-Svezia, ritorno del Play-off mondiale del 13 novembre a San Siro, la Nazionale porterà la propria storia in mostra a Milano. Nell’Arena Civica ‘Gianni Brera’, da sabato 11 a lunedì 13 novembre, sarà allestita una mostra di cimeli provenienti dal Museo del calcio di Coverciano.

Nella Palazzina Appiani verranno esposte le quattro Coppe del mondo e la Coppa Europa vinte dagli azzurri, oltre a cimeli attraverso i quali è possibile ripercorrere la lunga storia della Nazionale, iniziata proprio nell’Arena Civica nel maggio 1910.

Tra gli oggetti in mostra anche le maglie indossate dai campioni nelle sfide più importanti. Come la maglia numero 10 di Giacinto Facchetti in occasione della fase finale dell’Europeo 1968, la numero 20 di Paolo Rossi al Mondiale 1982 vinto dagli Azzurri in Spagna, nel quale ‘Pablito’ divenne capocannoniere per poi vincere anche il Pallone d’Oro.

Oppure la numero 7 di Paolo Maldini nel Mondiale 1990 e la 6 indossata da Franco Baresi nel Mondiale di Usa ’94. Fino alla maglia numero 5 di Fabio Cannavaro nella finale del Mondiale 2006 vinto dall’Italia in Germania.

To Top