Svizzera-Honduras 0-0: entrambe eliminate

Pubblicato il 25 giugno 2010 20:17 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2012 11:08

Svizzera e Honduras fanno 0-0 e vengono entrambe eliminate dalla Coppa del Mondo.

Le formazioni di Svizzera-Honduras, 6/a partita del Gruppo H di qualificazione del Mondiale sudafricano, in programma alle 20,30, nel Free State Stadium di Bloemfontein.

Svizzera (4-4-2): 1 Bonaglio, 2 Lichtsteiner, 5 Von Bergen, 13 Grichting, 17 Ziegler, 7 Barnetta, 8 Inler, 6 Huggel, 16 Fernandes, 9 Frei, 10 Nkufo. (12 Wolfli, 21 Leoni, 3 Magnin, 4 Senderos, 22 Eggimann, 14 Padalino, 20 Schwegler, Shaqiri, 15 Yakin, 18 Bunjaku, 19 Derdyck). All.: Hitzfeld.

Honduras (4-2-3-1): 18 Valladares, 23 Mendoza, 2 Chavez Guity, 3 Maynor Figueroa, 21 Izaguirre, 8 W.R.S. Palacios, 20 Guevara, 19 Turcios, 15 Martinez Ramos, 13 Espinoza, 11 Suazo. (1 Canales, 22 Escober, 4 J.E.C. Palaciosa, 5 Bernardez, 6 Thomas, 7 Nunez, 8 W.R.S. Palacios, 14 Garcia, 16 Sabillon, 9 Pavon, 10 J.N.S. Palacios, 12 Welcome). All.: Rueda. Arbitro: Baldassi (Arg). Quote Snai: 1,45; 4,00; 7,50.

Il punto sulle due formazioni prima della partita di questa sera:

La Svizzera si giochera’ tutto domani sera, a partire dalle 20.30, sul terreno del Free State Stadium di Bloemfontein, contro l’Honduras, cenerentola del Gruppo H. Sara’ un match da dentro o fuori solo per i rossocrociati, non certo per i centroamericani, non ancora matematicamente eliminati, ma quasi. Solo un miracolo, infatti, potrebbe tenerli ancora in corsa per il passaggio del turno, Troppi eventi favorevoli dovrebbero verificarsi per proiettare Suazo e compagni agli ottavi di finale. Cioe’, dove non sono mai arrivati. Ci vorrebbe un vero e proprio miracolo. L’Honduras finora non ha totalizzato punti, essendo stato sconfitto sia dal Cile (nel match d’esordio) che dalla Spagna. Nella terza tornata di sfide del girone, la Svizzera sembra voler andare sul sicuro. Il ct di origini tedesche Ottmar Hitzfeld e’ orientato ad affidarsi alla spinta del capitano Frei, in coppia con Nkufo (autore di 5 reti nel girone di qualificazione ai Mondiali sudafricani), a comporre l’attacco. Tra i pali confermatissimo Benaglio, portiere del Wolfsburg. Sulla corsia destra del pacchetto arretrato dovrebbe agire il laziale Lichtsteiner, finora tra i migliori degli svizzeri, con il blucerchiato Ziegler (o, in alternativa, l’esperto Magnin) a sinistra; al centro, in coppia con Grichting, dovrebbe esserci Senderos. L’ex milanista, tuttavia, e’ in dubbio a causa di una distorsione alla caviglia: se non riuscira’ a recuperare in tempo spazio nuovamente a Von Bergen. Sulla fascia destra di centrocampo sara’ assente l’ex laziale Behrami, espulso nella sfortunata sfida contro il Cile e poi squalificato dalla Fifa: dovrebbe rimpiazzarlo Barnetta, con Fernandes a sinistra; in mezzo Inler (Udinese) sara’ affiancato da Huggel. Per quanto riguarda gli honduregni, il ct Reinaldo Rueda dovrebbe optare per un 4-4-2: in attacco, con ogni probabilita’, partira’ dall’inizio David Suazo, che e’ apparso in netto recupero dal problema muscolare alla coscia destra. Il genoano sara’ al fianco di Pavon, grande protagonista nel girone di qualificazione con ben 8 reti realizzate. I due cercheranno di sfruttare al massimo la velocita’ in un match in cui la Svizzera e’ di fatto costretta a lanciarsi all’attacco. Sulla fascia destra di centrocampo dovrebbe agire la scheggia Edgar Alvarez (esterno in forza al Bari ed ex romanista), con Wilson Palacios del Tottenham Hotspur ed il capitano Guevara a protezione della difesa; sulla fascia sinistra forfait del granata Leon (per lui Mondiali gia’ finiti, a causa dei noti problemi muscolari), spazio dunque ad Espinoza. Reparto arretrato formato da Chavez e Figueroa al centro, Mendoza e Izaguirre terzini. All’Honduras, pero’, potrebbe non bastare.