Taison come Balotelli, dito medio ai tifosi della Dinamo Kiev dopo cori razzisti: espulso

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Novembre 2019 10:22 | Ultimo aggiornamento: 11 Novembre 2019 10:22
Taison, dito medio ai tifosi della Dinamo dopo cori razzisti: espulso

Taison fa il dito medio ai tifosi della Dinamo Kiev dopo i cori razzisti

ROMA – Taison, il centrocampista brasiliano dello Shakhtar, è stato protagonista di un gesto simile a quello di Mario Balotelli accaduto a Verona.

Il brasiliano, dopo esser stato bersagliato dagli insulti dei tifosi avversari della Dinamo Kiev, prima ha mostrato il dito medio, poi ha scagliato il pallone verso il settore ospite da cui provenivano gli insulti. Un gesto che però gli è costato l’espulsione. A quel punto il 31enne brasiliano, che gioca in Ucraina dal 2011, è scoppiato in lacrime mentre si avviava verso gli spogliatoi e l’arbitro sospendeva la partita. Anche il suo compagno di squadra Dentinho si è sciolto in un pianto. Entrambi sono stati circondati dai giocatori della Dinamo che hanno cercati di consolarli.

La Dinamo Kiev ha condannato con durezza il comportamento dei suoi tifosi, postando anche un tweet in cui si legge: “Il calcio non è un luogo di razzismo #NoToRacism”.