Taranto, tifosi picchiano calciatori durante l’allenamento. Rinviata la partita con la Paganese

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 marzo 2017 12:45 | Ultimo aggiornamento: 23 marzo 2017 12:45
Taranto, tifosi picchiano calciatori durante l'allenamento. Rinviata la partita con la Paganese

Taranto, tifosi picchiano calciatori durante l’allenamento. Rinviata la partita con la Paganese

TARANTO – Una trentina di persone ha minacciato con mazze e coltelli i giocatori del Taranto durante l’allenamento di ieri, mercoledì 22 marzo, prendendo di mira in particolare Maurantonio, Stendardo e Altobello. E la partita con la Paganese in programma domenica è stata rinviata a data da destinarsi.

“I fatti di Taranto sono di un’assoluta gravità, non c’è nessuna giustificazione per quanto è avvenuto – ha commentato a ItaSportPress.it Gabriele Gravina , presidente della Lega Pro – Siamo entrati dentro a una spirale molto preoccupante e credo che la risposta dovrà essere abbastanza forte. Blocco del campionato? No, non credo che possa esserci questa possibilità. Non possiamo far pagare alle altre la colpa di alcuni pseudo-tifosi. Un’ipotesi che tendo a escludere, piuttosto credo che ci voglia maggiore responsabilità da parte delle società, della stampa e della Lega stessa. Evitare di caricare di troppi significati le singole gare che devono ridursi solo a un mero episodio calcistico. Dispiace davvero per quello che è accaduto e mi auguro di non dover ritornare su fatti del genere anche in futuro”.

“Nel pomeriggio odierno la squadra del Taranto F.C. 1927 (tecnici, giocatori, dirigenti) durante l’allenamento presso il campo B dello stadio “Erasmo Iacovone”, è stata oggetto di un’aggressione fisica e verbale da parte di un gruppo di circa 30 persone incappucciate – si legge in un comunicato sul sito della società pugliese -. La Società, condannando fermamente tale forma di violenza, esprime la propria vicinanza e solidarietà a tutti gli atleti, all’allenatore Salvatore Ciullo, allo staff tecnico ed ai dirigenti presenti”.