Tennis e doping, Sergei Bubka: “Agassi dovrebbe essere punito”

Pubblicato il 30 Ottobre 2009 21:06 | Ultimo aggiornamento: 30 Ottobre 2009 21:07

Sergei Bubka

L’ex numero uno del tennis mondiale Andre Agassi dovrebbe essere punito per aver assunto sostanze stupefacenti ed aver mentito a tal proposito ai giudici. Lo sostiene Sergei Bubka, ex fenomeno del salto con l’asta e membro del Comitato internazionale olimpico e della federazione internazionale di atletica.

«Sono parecchio deluso, quando ho sentito la notizia è stato terribile – dice Bubka – Sul caso Agassi si dovrebbero consultare dei legali per capire cosa fare a tal proposito, e poi bisognerebbe rivolgersi all’Agenzia mondiale Anti-doping. È terribile e dannoso che egli abbia mentito e continuato a giocare a tennis».

Vincitore di otto titoli del Grande Slam, Agassi ha rivelato nella sua autobiografia «Open» di aver fatto uso di droga (una metanfetamina di tipo Crystal) durante la sua carriera ma, nonostante la positività ad un controllo doping, di aver evitato la squalifica dell’Atp grazie ad una bugia.