Tennis: Flavia Pennetta batte Radwanska e vince a Indian Wells

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Marzo 2014 23:10 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2014 23:11
Tennis: Flavia Pennetta batte Radwanska e vince a Indian Wells (LaPresse)

Tennis: Flavia Pennetta batte Radwanska e vince a Indian Wells (LaPresse)

ROMA – Flavia Pennetta, numero 21 del tennis mondiale, ha conquistato il 10/o titolo in carriera battendo a Indian Wells la polacca Agnieszka Radwanska, n. 3, per 6-2 6-1. La 32enne brindisina è la prima italiana a vincere il torneo Wta Premier che si disputa sul cemento in California.

Nella finale, la Radwanska, 26 anni compiuti il 6 marzo scorso, è stata ostacolata da un problema al ginocchio che ha richiesto a più riprese l’intervento del fisioterapista. Per la Pennetta – prima italiana a entrare, nel 2009, nella Top 10 e che domani salirà al n. 12 nella nuova classifica Wta – quello di Indian Wells è il titolo più importante in carriera. In semifinale Flavia aveva compiuto un’altra impresa, superando la numero 2 del ranking, la cinese Li Na.

Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, è “felice e molto emozionato” per il successo a Indian Wells di Flavia Pennetta, che ha definito una “vittoria della determinazione e della tenacia” di una persona che, anche al di là del tennis, ha “qualità fuori dal comune”. “E’ tutta la settimana che questa ragazza ci ha fatto emozionare, e ci ha fatto anche dormire poco…”, ha detto, alludendo alla differenza di fuso orario, Malagò per telefono a Supertennis, la televisione della Federtennis. Il presidente del Coni ha aggiunto che con la 32enne brindisina – una ragazza “con pochi grilli per la testa”, alla quale è legato da un “rapporto particolare, speciale” – si è mantenuto in contatto telefonico per tutta la durata del torneo Wta Premier disputato sul cemento nella località del deserto californiano. “Ci siamo sentiti praticamente sempre, tutti i giorni, era sorpresa di quanto stava facendo”, ha spiegato.

Il numero 1 dello sport italiano si è felicitato per la ripresa e il ritorno ai massimi livelli di Flavia dopo l’ operazione al polso destro al quale si è dovuta sottoporre nel 2012, un intervento che per un tennista è “quasi un passo da ritiro”. La Pennetta “doveva migliorare su alcuni aspetti, il servizio in particolare” e lo ha fatto, e ora “fisicamente sta alla grande”, ha proseguito, sottolineando la grinta da lei mostrata: “Aveva occhi da tigre, era affamata, arrabbiata”. Malagò ha elogiato d’altra parte il lavoro della Federazione e del suo presidente Angelo Binaghi, che ha “creato i presupposti per fare ancora meglio, a livello sia maschile sia femminile”.