Tennis, Open Bnl: Djokovic, Williams e Sharapova al prossimo turno

di redazione Blitz
Pubblicato il 12 Maggio 2015 23:24 | Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2015 23:24
Tennis, Open Bnl: Djokovic, Williams e Sharapova al prossimo turno

Djokovic nella foto LaPresse

ROMA – Avanti, con qualche sorpresa, i big -da Djokovic a Serena Williams alla Sharapova – agli Internazionali Bnl d’Italia, nella terza giornata del torneo maschile, la seconda di quello femminile, che ha visto l’ eliminazione dei quattro italiani in campo: prevedibile quella di Andrea Arnaboldi e Matteo Donati, più inattesa quella di Flavia Pennetta e Camila Giorgi. Novak Djokovic, numero 1 del mondo e campione in carica, ha faticato più del previsto per aver ragione del 29enne Nicolas Almagro, 173 gradini più giù nel ranking ma osso duro sulla terra rossa. Gli sono occorse due ore e un minuto per domare in tre set (6-1 6-7/5 6-3) il coriaceo spagnolo. Alla fine del suo match di esordio, scherzoso e forse sollevato per lo scampato pericolo, Nole ha scritto ‘Forza Roma’ sull’obiettivo di una telecamera. Alla domanda se si trattasse di un riferimento al doppio giocato ieri per beneficenza con il capitano giallorosso Francesco Totti, ha risposto – concludendo la conferenza stampa in italiano – che è stato semplicemente un gesto di amore per la Capitale, dove ha trovato sempre un grande sostegno del pubblico.

Il 27enne serbo ha ammesso che oggi non era al 100% fisicamente, ma confida nella giornata di riposo prima degli ottavi, in cui troverà il vincente tra lo spagnolo Roberto Bautista Agut e il brasiliano Thomaz Bellucci. Assai più ‘soft’ il debutto di Maria Sharapova, agli ottavi grazie al forfait dell’australiana Jarmila Gajdosova, ritiratasi quando era in svantaggio per 6-2 3-1. Prossima avversaria della 28enne russa, numero 3 del ranking e campionessa al Foro Italico nel 2011 e 2012, la vincente tra la statunitense Madisono Keys e la serba Bojana Jovanovski, la cui affermazione sulla francese Carolne Garcia ha costituito una delle sorprese della giornata. Un’altra è stata l’eliminazione del croato Marin Cilic ad opera dello spagnolo Guillermo Garcia-Lopez; mentre, in uno spiacevole fuori programma, Feliciano Lopez ha insultato alcuni spettatori, al termine del match, peraltro vinto dallo spagnolo, contro l’australiano Nick Kyrgios.

Sul velluto la Williams, numero 1 mondiale e campionessa in carica (oltre che nel 2002 e 2013), che ha superato per 6-1 6-3 la russa Anastasia Pavlyuchenkova. Negli ottavi la 33enne statunitense potrebbe incrociare Sara Errani (che affronta domani Christina McHale), in una replica della sfortunata – per l’azzurra – finale dell’anno scorso. Serena ha avuto parole di elogio per la romagnola; “Gioca molto bene”. Non ha destato sorpresa l’uscita di scena del 27enne Andrea Arnaboldi, n. 212, battuto dal belga David Goffin, n.20, per 5-7 6-2 6-1; ancor meno quella del 20enne Matteo Donati, n. 282, che ha opposto una dignitosa resistenza prima di cedere, per 6-2 6-4, al numero 5 del mondo, il ceco Tomas Berdych.

Più delusione per le donne: Flavia Pennetta, n. 26, è stata sconfitta per 6-4 6-2 dalla 20enne ucraina Elina Svitolina, più giovane di 13 anni e sette gradini più su nel ranking. “Ha giocato meglio di me”, l’ammissione della brindisina, rammaricata per il ko: “E’ un peccato uscire così presto in uno dei tornei più importanti”. Rammarico anche per la Giorgi: la 23enne marchigiana, n. 37, è stata battuta con un doppio 7-5 da una vecchia volpe come la serba Jelena Jankovic, n. 20, due volte laureata al Foro Italico (nel 2007 e 2008).