Tennis, Us Open: Roddick annuncia il ritiro. Errani e Vinci avanti

Pubblicato il 31 agosto 2012 11:24 | Ultimo aggiornamento: 31 agosto 2012 11:33
Andy Roddick_Us Open

Andy Roddick (LaPresse)

NEW YORK (STATI UNITI) – Flavio Cipolla ha salutato l’Us Open al secondo turno, eliminato dallo statunitense Jack Sock (6-2, 6-2, 6-4). Sconfitta inattesa per il tennista romano, contro il numero 243 del mondo che quest’anno aveva già battuto a Los Angeles, nell’unico precedente, sempre sul cemento.

Nel tabellone femminile sono invece approdate al terzo turno entrambe le azzurre impegnate nella quarta giornata. Roberta Vinci (n.20) ha annullato due match point alla kazaka Yaroslava Shvedova, battendola poi in rimonta dopo due ore ed 11 minuti di gioco. Punteggio finale 3-6, 7-5, 7-5. Al terzo turno la Vinci affronterà la slovacca Dominika Cibulkova, testa di serie numero 13.

Assai meno impegnativo il successo di Sara Errani (n.10) sulla russa Vera Dushevina (6-0, 6-1), in appena 49 minuti. Prossima avversaria della bolognese la russa Olga Puchkova, 24 anni, n.143 del mondo, giunta dalle qualificazioni. Risultati alterni in casa Williams: Serena (n.4) ha eliminato con modico sforzo la spagnola Maria Jose Martinez Sanchez (6-2, 6-4); Venus si è arresa non senza lottare alla tedesca Angelique Kerber (n.6 – 6-2, 5-7, 7-5), che ha così battuto per la terza volta la statunitense nella stagione in corso. Vittoria non facile per la n.2 del torneo, la polacca Agnieszka Radwanska, che ha avuto bisogno di tre set per sbarazzarsi della spagnola Carla Suarez Navarro (4-6, 6-3, 6-0).

In campo maschile la notizia è l’eliminazione del francese Jo-Wilfried Tsonga (n.5) ad opera dello slovacco Martin Klizan (6-4, 1-6, 6-1, 6-3). La sorpresa l’ha invece servita l’americano Andy Roddick, annunciando il ritiro nel giorno del 30/o compleanno. “Questo sarà il mio ultimo torneo” ha detto Roddick (attuale n.22 del mondo), vincitore a Flushing Meadows nel 2003, suo unico titolo del Grande Slam. In carriera ha pure raggiunto tre volte la finale di Wimbledon, avendo però sempre la sfortuna di trovarsi dall’altra parte della rete… Roger Federer. Che l’ha battuto anche in una finale dell’Us Open. Per Roddick il match con l’australiano Bernard Tomic potrebbe essere quindi l’ultimo.

Federer, intanto, a 31 anni alla pensione non pensa proprio. Il n.1 procede anzi spedito verso quello che sarebbe il sesto titolo sul cemento newyorkese, liberandosi del tedesco Bjorn Phau in tre set (6-2, 6-3, 6-2). Sotto ora con lo spagnolo Fernando Verdasco, contro il quale non ha mai perso in quattro precedenti.