Tessera del Tifoso, Serie A: crollo abbonamenti

Pubblicato il 1 agosto 2010 14:06 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2010 14:06

Julio Baptista

Dopo 17 giorni dall’inizio della campagna, si contano appena 1.600 abbonamenti della Juventus. Appare impossibile avvicinarsi alle cifre dello scorso anno (27.500 tessere) quando, dopo lo stesso periodo dall’inizio delle sottoscrizioni, era stata raggiunta quota 8.000. Hanno influito la tessera del tifoso, l’ultima stagione deludente della Lazio ed un mercato non certo esaltante.

(La Repubblica) – Quasi un tifoso juventino su quattro non ha rinnovato l’abbonamento. La Juve paga il conto salato dell’ultima deludente stagione, oltre all’entrata in vigore della “tessera del tifoso”, un provvedimento che potrebbe aver dissuaso alcuni tifosi dal rinnovare la tessera annuale. Se l’indice di gradimento si misura ai botteghini, la Juve ha perso una grossa fetta di consenso. Ecco il comunicato diffuso dal sito ufficiale bianconero: la Juventus, terminata la prima fase di rinnovi degli abbonamenti per la stagione 2010-2011, rende noto che le tessere rinnovate sono circa 11.400, con una diminuzione del 22,5% rispetto alla stessa fase della stagione precedente, in cui sono state vendute circa 14.700 tessere. A partire da oggi fino a sabato 7 agosto, inizia la vendita di tutti i posti restanti.

Situazione drammatica anche in casa Lazio dove gli abbonati sono appena 2.300 e in casa Roma dove la metà dei tifosi non ha rinnovato la tessera.

La tessera del tifoso sta rovinando il calcio italiano.