Tessera del tifoso. Sampdoria tra le prime squadra ad averle, ma la Gradinata è spaccata

Pubblicato il 26 Agosto 2010 19:11 | Ultimo aggiornamento: 27 Agosto 2010 0:32

Organizzatasi per tempo la Sampdoria è tra le prime tre società in Italia per numero di tessere del tifoso rilasciate. Un lavoro partito sin da giugno scorso quando già presso il Sampdoria Point si poteva sottoscrivere la tessera. Per tutti gli abbonati che avessero esercitato la prelazione, inoltre, non vi sarebbe stato alcun addebito, mentre i nuovi abbonati hanno pagato il costo della tessera stessa fissata in 12 euro.

Paradossale comunque il caso della società blucerchiata, che peraltro non ha voluto rilasciare dichiarazioni in merito alla tessera del tifoso. I tifosi sampdoriani, infatti, sin dalla scorsa stagione sono stati tra i più attivi nel ribadire i loro no convinto alle nuove disposizioni. Una situazione che ha portato sino a dolorose scelte nel cuore del tifo blucerchiato: la Gradinata Sud. Gli storici Ultras Tito Cucchiaroni infatti, nettamente e fermamente contrari alla tessera del tifoso, hanno deciso di non rinnovare l’abbonamento sino ad abbandonare la Gradinata.

Hanno annunciato che compreranno gara per gara i tagliandi necessari e si posizioneranno nel ‘settore 5’ meglio conosciuto come ‘gabbia’, settore accanto alla Sud e normalmente vuoto perché atto ad ospitare i tifosi ospiti durante le gare casalinghe del Genoa. Altri due gruppi storici della Gradinata, I Fedelissimi e i Fieri Fossato, hanno sottoscritto la tessera ma si sono spostati nel parterre in segno di protesta, abbandonando ili cuore della Gradinata stessa.