Tifosi Atalanta: “Ruggeri vattene”

Pubblicato il 19 Marzo 2010 16:17 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2010 16:17

Caos Atalanta

Alla vigilia della delicata sfida salvezza di domenica contro il Livorno, i tifosi atalantini prendono carta e penna e chiedono alla famiglia Ruggeri, presidente della società, di farsi da parte.

“Non esistono più le condizioni per andare avanti in questo modo: sia da un punto di vista sportivo, sia per quanto riguarda l’aspetto gestionale della società – si legge in una lettera aperta spedita alla stampa locale – L’attuale dirigenza dell’Atalanta, infatti, appare a moltissimi di noi come quel comandante di una nave alla deriva che si rende conto che la sua barca sta affondando ma dimostra di non avere le capacità e la forza per invertire la rotta”.

La conclusione della Curva Nord è netta: è ora di passare la mano, anche per rispetto di quanto aveva costruito Ivan Ruggeri, papà dell’attuale presidente Alessandro, colpito due anni fa da un grave malore che lo costrinse a lasciare.

“Alla famiglia Ruggeri chiediamo un atto di amore e di responsabilità: cedere la proprietà- hanno scritto i tifosi -.

Un atto d’amore, innanzitutto, proprio verso Ivan ed il lavoro da lui svolto con tenacia, abilità e competenza in questi lunghi anni, sia pur, in certi casi, in aperta conflittualità con le aspettative della Curva e della tifoseria”.

Gli ultrà vanno al cuore del problema: “Perché ora questa richiesta pubblica di vendita? – si chiedono – Mai in passato, almeno a Bergamo, era stata dilapidata in così breve tempo una sequenza di successi e risultati sportivi.

Le colpe di tale disastro gestionale sono tante e di diversa natura, ma tutte riconducibili al vertice societario.

La famiglia Ruggeri, con atto doveroso, giusto, responsabile e, certo, doloroso, avvii senza indugio la vendita della Società”.