Tiziano Nardin, presidente Treviso aggredito da tifosi dopo sconfitta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 dicembre 2016 11:05 | Ultimo aggiornamento: 6 dicembre 2016 11:05
Tiziano Nardin, presidente Treviso aggredito da tifosi dopo sconfitta

Tiziano Nardin, presidente Treviso aggredito da tifosi dopo sconfitta

TREVISO – Tiziano Nardin, presidente del Treviso Calcio, società che milita nel campionato Eccellenza, è stato aggredito all’esterno della sua abitazione di Silea (Treviso) da alcuni sconosciuti a volto coperto. Sul fatto stanno indagando i carabinieri. Il gesto potrebbe essere riconducibile alla difficile situazione economica e sportiva vissuta dalla società, che si troverebbe tra l’altro nell’impossibilità di far fronte a spese dovute e rimborsi dei calciatori. Poco prima dell’aggressione a Nardin, la squadra aveva perso in casa una gara di campionato, e il presidente era stato fatto oggetto di pesanti contestazioni da parte di gruppi di tifosi. Per le contusioni riportate nell’aggressione Nardin ha dovuto ricorrere alle cure del Pronto soccorso, venendo poi dimesso.

Aggiunge il Gazzettino:

Il presidente non ha potuto far nulla per arginare la furia ultrà. Anche perchè, intanto, poco lontano un altro gruppo di tifosi aveva preso d’assedio l’abitazione. In qualche modo, comunque, qualcuno è riuscito a lanciare l’allarme e sul posto sono arrivati i carabinieri. Solo a questo punto il commando di ultrà si è disperso e nella zona è tornata la calma. Nardin, rimasto ferito e scosso dall’agguato, ha raggiunto il pronto soccorso per farsi curare. Durante tutta la partita il presidente, assente, era stato bersaglio di cori e insulti. Ma niente che facesse pensare alla successiva spedizione a Silea.