Torino-Juventus, arrestati dieci tifosi per scontri e lancio oggetti fuori dallo stadio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 dicembre 2018 23:30 | Ultimo aggiornamento: 15 dicembre 2018 23:31
Torino-Juventus, arrestati dieci tifosi per scontri e lancio oggetti fuori dallo stadio

Torino-Juventus, arrestati dieci tifosi per scontri e lancio oggetti fuori dallo stadio
ANSA/ANDREA DI MARCO

TORINO – Dieci tifosi sono stati arrestati per le tensioni che si sono verificate fuori dallo stadio Olimpico Grande Torino prima del derby della Mole. Altri cinque sono stati indagati per rissa. Per tutti verrà valutato il Daspo. Tra gli arrestati ci sono otto francesi, tra cui un agente della polizia di frontiera di Modane. Appartenenti al gruppo di tifosi conosciuti come Drughi, sono stati trovati in possesso di grossi petardi. Sempre fuori dallo stadio sono stati arrestati, per lancio di oggetti pericolosi e rissa, un tifoso della Juventus e uno del Torino.

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.

Allegri: “Tenuto a distanza il Napoli”

“Oggi è stata una bella vittoria per tenere a distanza il Napoli, la classifica vera sarà il 29 dicembre perché abbiamo degli impegni molto difficili”: così ai microfoni di Sky Massimiliano Allegri commenta il successo in casa del Torino.

“Campioni d’inverno? Facciamo un passetto alla volta. Ci siamo difesi bene e non abbiamo subito gol contro una squadra che veniva da grandi prestazioni. Ora la classifica non conta – aggiunge il tecnico bianconero – quello che mi preme è che qualcuno che in questo momento gioca meno va fatto giocare perché sono tutti importanti. Qualcuno magari domenica prossima riposerà”.