Torino, Mazzarri verso esonero. Da Ballardini a Prandelli, alla suggestione Eriksson: i possibili sostituti

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 2 Febbraio 2020 20:34 | Ultimo aggiornamento: 2 Febbraio 2020 23:09
Torino, Mazzarri verso esonero. Da Ballardini a Prandelli, alla suggestione Eriksson: i possibili sostituti

Torino, Sven Goran Eriksson è uno dei possibili sostituti di Walter Mazzarri che è a forte rischio esonero dopo lo scivolone di Lecce (foto Ansa)

TORINO – Il Toro è alla deriva. A Lecce è arrivata la quarta sconfitta consecutiva tra campionato e Coppa Italia. Un altro pesante rovescio dopo l’incredibile 0-7 interno contro l’Atalanta. Mazzarri non è condannato solamente dai risultati ma anche dalla rottura con i tifosi granata dopo il suo elogio dalla bandiera della Juventus Giorgio Chiellini. 

Torino, tanti nomi per il dopo Mazzarri: c’è anche la suggestione Sven Goran Eriksson.

Oggi il Toro è caduto a Lecce con un pesantissimo 0-4. Tutti si attendevano una reazione da una squadra che invece non ha dato segni di vita. Il Lecce ha vinto facilmente grazie alle marcatura di Deiola, Barak, Falco e Lapadula su calcio di rigore. 

A questo punto, l’esonero di Walter Mazzarri sembra praticamente inevitabile. E’ lunga la lista dei possibili sostituti perché una panchina di un club prestigioso come il Torino fa gola a molti tecnici disoccupati.  

Sono liberi gli italiani Longo (che con il Torino Primavera ha vinto scudetto, supercoppa e Torneo di Viareggio), BallardiniDe Biasi (per il quale si è parlato anche dell’Iran), Guidolin Prandelli. Nelle ultime ore, si è parlato anche della suggestione Sven Goran Eriksson, tecnico che tornerebbe volentieri nel nostro Paese dopo aver guidato sia la Roma che la Lazio, la Fiorentina e la Sampdoria.