Torino-Napoli 1-3 highlights e pagelle, Insigne e Verdi video gol: è calcio spettacolo. La squadra di Ancelotti è l’anti Juve

di Redazione Blitz
Pubblicato il 23 settembre 2018 14:23 | Ultimo aggiornamento: 23 settembre 2018 19:48
Torino-Napoli 1-3 highlights e pagelle del lunch match di Serie A (foto Ansa)

Torino-Napoli 1-3 highlights e pagelle del lunch match di Serie A (foto Ansa)

TORINO, STADIO OLIMPICO – Torino-Napoli 1-3, gol: Lorenzo Insigne 3′ e 60′, Simone Verdi 21′, Andrea Belotti 51′. Partita valida come lunch match della quinta giornata del campionato italiano di calcio di Serie A.

Il Napoli è l’anti Juve per lo scudetto. La squadra allenata da Carlo Ancelotti ha vinto e convinto a Torino mostrando un calcio spettacolo. Il turnover ha dato i suoi frutti e il Napoli si è imposto all’Olimpico con la doppietta di Insigne e il primo gol campano di Verdi. Il Torino ha salvato l’onore con la rete della bandiera del Gallo Belotti su calcio di rigore.

Quarto successo, il secondo in trasferta, per il Napoli, che batte 3-1 il Torino. E, in attesa del posticipo di questa sera e dello scontro diretto della prossima settimana, aggancia la Juventus in testa alla classifica. Funziona la cura Ancelotti, che a differenza del suo predecessore Sarri si affida al turnover, e porta a casa tre punti grazie ad un ottimo primo tempo, nel quale gli avversari hanno faticato a toccare palla.

Di Insigne, autore di una doppietta, e Verdi i gol della vittoria partenopea, messa in discussione soltanto per una manciata di minuti a inizio ripresa dal rigore realizzato da Belotti, uno dei pochi a salvarsi nel naufragio del Toro. Meglio Ancelotti dell’ex Mazzarri, che contro la sua squadra non ha mai vinto. Luperto terzino sinistro al debutto in serie A è una bella sorpresa nel 4-2-3-1, come Rog, in campo dal primo minunto lui che Sarri non aveva mai impiegato da titolare. Bene anche la scelta di puntare su Verdi, con Insigne l’arma in più dei primi 45′. Il Torino può recriminare per le assenze di De Silvestri e, soprattutto di Iago Falque, che lancia per la prima volta dall’inizio la coppia Zaza-Belotti nel 3-5-2 di mister Mazzarri, ma deve prendersela soprattutto con se stesso per l’avvio di gara choc.

Il rinvio di Moretti, che colpisce N’Koulou e favorisce il vantaggio del Napoli con Insigne dopo solo 4′, è lo specchio di una squadra lenta e senza idee, irriconoscibile rispetto alle precedenti uscite. I 2-0 di Verdi, ex di turno bravissimo a duettare con Martnes e chiudere l’azione in rete, è inevitabile. E il passivo poteva essere ancora più pesante già alla fine del primo tempo. Il Napoli tiene il gioco in mano, lasciando le briciole agli avversari, come il tiro di Zaza al 22′, il primo della partita per i granata, o quello di Rincon sul finire della prima frazione, alto sopra la traversa. Quando Berenguer viene atterrato in area e Belotti segna il rigore concesso da Irrati (6′), i tifosi del Toro sognano un’altra rimonta, come quella di San Siro contro l’Inter.

Ma è soltanto una illusione: meno di dieci minuti e il Napoli allunga, di nuovo con Insigne, bravo a ribattere in rete sul tiro di Callejon respinto dal palo. Il Torino, che nel turno infrasettimanale farà visita all’Atalanta, resta a cinque punti, più vicino alla zona retrocessione che alle zone nobili della classifica, il Napoli vola in vetta. Il Parma in casa, mercoledì, e soprattutto la Juventus, sabato prossimo in trasferta, potrebbero già confermare la squadra di Ancelotti tra le pretendenti allo scudetto.

La cronaca della partita

Carlo Ancelotti cambia il Napoli. La squadra passa al 4-4-2 con Luperto, Rog e Verdi dal primo minuto. L’ex allenatore del Real Madrid non è Sarri e punta forte sul turnover facendo riposare qualche “titolarissimo”. Torino con tutti i titolari, Mazzarri continua ad insistere sul tandem offensivo composto dai due nazionali italiani Simone Zaza e Andrea Belotti. Confermati tra i pali Sirigu e Ospina, due portieri che ormai possono essere considerati   titolari.

Napoli in gol al primo affondo. Al 3′, bella iniziativa sulla sinistra di Luperto e conclusione vincente di Lorenzo Insigne. Tiro potentissimo che non ha lasciato scampo a Sirigu.

Raddoppio del Napoli al 21′ con una azione da calcio spettacolo. Mertens ha crossato per Verdi e l’ex attaccante del Bologna ha insaccato da due passi dopo una ripartenza fulminante.

Prima occasione da gol per il Torino al 37′. Baselli si è incaricato di una punizione dai trenta metri ma non è riuscito a inquadrare lo specchio della porta del Napoli.
Il primo tempo è terminato sul punteggio di 2-0 per il Napoli.

Il Torino ha riaperto il match al 51′. Rigore assegnato per una ingenuità di Luperto e trasformato dal Gallo Belotti con freddezza. Spiazzato Ospina.

Al 54′, Ancelotti corre ai ripari inserendo in campo Zielinski al posto di un esausto Verdi. L’ex attaccante del Bologna non ha ancora i novanta minuti nelle gambe. Ancelotti ha azzeccato il cambio, è stato proprio Zielinski ad avviare l’azione finalizzata prima da Callejon e dopo da Insigne. Il Napoli ha calato il tris.  

Nei minuti finali non è successo più nulla. Il Napoli si è portato a quota 12 punti in cinque partite e si è confermato come l’anti Juve per lo scudetto.

Le pagelle di Torino-Napoli 1-3
Torino (3-5-2): Sirigu 6; Izzo 5, N’Koulou 5, Moretti 5; Ola Aina 5, Baselli 5.5, Rincon 5, Meité 6, Berenguer 6; Belotti 6.5, Zaza 5.5. Subentrati: Soriano 6 e Parigini 6. All. Mazzarri 5.
Napoli (4-4-2): Ospina 6; Hysaj 6, Albiol 6, Koulibaly 6.5, Luperto 5.5; Callejon 6.5, Rog 6, Hamsik 6, Verdi 7; Mertens 7, Insigne 8. Subentrati: Zielinski 7, Maksimovic 6 e Allan 6.5. All. Ancelotti 8.

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.