Torino-Parma, Nkoulou ha dedicato il gol a George Floyd e si è inginocchiato contro il razzismo

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 20 Giugno 2020 21:09 | Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2020 21:09
Torino-Parma, Nkoulou ha dedicato il gol a George Floyd e si è inginocchiato contro il razzismo

Torino-Parma, Nkoulou ha dedicato il gol a George Floyd e si è inginocchiato contro il razzismo (foto Ansa)

TORINO – La Serie A come la Bundesliga. Il nostro campionato è ricominciato con il gol di Nkoulou. Il calciatore del Torino si è inginocchiato per dedicare la sua rete a George Floyd, ucciso brutalmente da un poliziotto di Minneapolis.

Prima di Nkoulou, tanti calciatori di Bundesliga, la prima a ripartire in Europa, avevano dedicato le loro reti allo sfortunato afroamericano.

Il gesto dell’inginocchiarsi in segna di protesta contro il razzismo è stato inventato dalla star della Nfl Colin Kaepernick nel 2016.

Questo gesto è costato caro al giocatore di football americano dato che è senza squadra da quattro anni ma adesso è tornato di stretta attualità dopo l’uccisione di George Floyd da parte di un poliziotto.

Per combattere il razzismo, la comunità afroamericana ha deciso di mettersi in ginocchio in segno di protesta.

Questo gesto è stato ripreso da moltissimi atleti in ogni parte del mondo (abbiamo diversi esempi nella Bundesliga Tedesca dal figlio di Thuram a Sancho).

Kaepernick è stato praticamente radiato dalla NFL nonostante fosse una stella di questa lega. 

Infatti quando il giocatore di football americano protestò contro i soprusi subiti dagli afroamericani si ritrovò senza squadra e alle società di NFL venne imposto di non ingaggiarlo più.