Torino

Tifosi Torino furiosi dopo il derby: “Derubati un’altra volta”

Tifosi Torino furiosi dopo il derby: "Derubati un'altra volta"

Tifosi Torino furiosi dopo il derby: “Derubati un’altra volta”

TORINO – L’orgoglio granata per avere messo paura alla Juve è forte ma è impossibile smaltire rabbia ed amarezza. Restano negli occhi e sullo stomaco il rigore negato per il fallo di Pirlo su El Kaddouri, la mancata espulsione di Vidal, gli striscioni di pessimo gusto sulla tragedia di Superga. L’indignazione parte dal presidente granata Urbano Cairo (“errori chiari, evidenti, Rizzoli ci ha penalizzati”) ed accomuna vip e tifosi comuni. Sul web fioccano gli insulti all’arbitro ed ai bianconeri, i profili dei singoli tifosi e dei gruppi abbondano di immagini degli striscioni della vergogna, ma ancora di più frequente è il fotogramma del piede di Pirlo che aggancia la caviglia di El Kaddouri.

Perché se è vero che fa sempre molto male vedere chi scherza sulla tragica fine del Grande Torino nel ’49, oggi bruciano di più gli episodi incriminati nel derby di ieri. Su Twitter per qualche minuto è comparso un maligno commento di un giocatore granata, poi rimosso, sul “dodicesimo uomo in campo” della Juve. Capitan Glik, invece, ha ritwittato la foto del fallo di Pirlo pubblicata da un suo tifoso. “Il Torino è stato di nuovo derubato”: non ha dubbi Massimo Gramellini, vicedirettore de La Stampa e tifosissimo granata.

“Rizzoli è un arbitro bravissimo. Stupisce che non si sia accorto del rigore su El Kaddouri, perché era evidente”. Non è diplomatico neppure un altro granata doc, l’ex procuratore di Torino Giancarlo Caselli: “è stato un errore evidente: il rigore su El Kaddouri l’hanno visto tutti, tranne l’arbitro e i suoi assistenti. E poi – conclude – c’era l’espulsione di Vidal, ma anche questa non l’hanno vista”. Nessuno dimentica un altro precedente avvelenato, il gol di Pogba, nel derby d’andata, viziato da un fuorigioco:

“Anche questa volta ci sono riusciti”, è l’ironico commento di un tifoso su Facebook. “Era rigore netto – scrive sul social network il gruppo Toro nel cuore – ma i nostri arbitri sono sensibili alla classifica, all’arroganza degli allenatori ed al potere dei presidenti”. Il popolo granata accusa, ma batte le mani al Toro di Ventura “Peccato per il risultato – scrive una tifosa – come sempre noi siamo comunque i vincitori d’orgoglio. Volendo osare un po’ di più, questa volta l’avremmo spuntata”.

To Top