Totò Schillaci. “Quella volta che diedi una testata a Roberto Baggio”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 giugno 2019 12:46 | Ultimo aggiornamento: 6 giugno 2019 12:46
Totò Schillaci. "Quella volta che diedi una testata a Roberto Baggio"

Totò Schillaci. “Quella volta che diedi una testata a Roberto Baggio”

ROMA – A trent’anni dal fulgore delle “notti magiche” di Italia 90 quando diventò quasi per caso icona mondiale degli Azzurri, tanto per i gol a raffica quanto per quegli occhi spiritati da “non ci posso credere”, Totò Schillaci fa parlare ancora di sé. Stavolta, intervistato da I Lunatici su Rai Radio Due, come dispensatore di aneddoti spassosi. E vagamente inquietanti come quando racconta di quella volta che diede una testata a Roberto Baggio, campione immenso e mite, il buddista dal piede fatato.

“E’ stato il miglior giocatore italiano, non esistono più giocatori come lui. Questo episodio è capitato a Torino, entrambi giocavamo nella Juventus. Io attraversavo un periodo negativo, venivo da una separazione, i tifosi mi contestavano, e mi ha trovato nello spogliatoio una mattina che stavo leggendo il giornale. Lui, giocando, cercava di colpire il giornale con il piede, e mi sfiorava il viso. Io gli dicevo di smetterla, perché stava rischiando di farmi male. A un certo punto mi sono alzato in piedi e gli ho dato una testata. Poi abbiamo chiarito. Le cose che accadono nello spogliatoio non dovrebbero mai uscire. Io sono sempre stato un professionista serio, è stato l’unico episodio che ha macchiato la mia vita da professionista”. (fonte Rai Radio Due)