Tour de France, contadini bloccano la corsa: polizia usa lacrimogeni e spray al peperoncino, ciclisti accecati

di Redazione Blitz
Pubblicato il 25 luglio 2018 11:32 | Ultimo aggiornamento: 25 luglio 2018 11:32
tour de france contadini

Tour de France, contadini bloccano la corsa: polizia usa lacrimogeni e spray al peperoncino, ciclisti accecati

PARIGI – Durante la 16esima tappa del Tour de France, alla periferia di Carcassonne, i ciclisti sono stati costretti ad uno stop forzato al 28esimo chilometro a causa di alcuni contadini che protestavano e che hanno invaso la carreggiata con trattori e balle di fieno. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] La polizia, per disperdere i manifestanti, ha utilizzato i lacrimogeni e spray al peperoncino. Ma anche i corridori hanno patito gli effetti del gas e si sono dovuti riparare e lavare la faccia prima di poter ripartire. La direzione corsa ha quindi neutralizzato la tappa per 3 km, nei quali il gruppo è stato scortato dalla gendarmeria prima di riprendere regolarmente la corsa.

Un’ammenda e il carcere sono i rischi per chi d’ora in avanti adotterà comportamenti incivili durante il Tour. In particolare, fino a un anno per chi utilizzerà fumogeni al passaggio della corsa e fino a tre anni per chi disturberà i corridori con atteggiamenti che potrebbero provocare incidenti. Un provvedimento drastico ma necessario soprattutto dopo le scene vissute sull’Alpe d’Huez che hanno portato alla caduta di Vincenzo Nibali e al conseguente ritiro.

Il direttore dell’organizzazione Christian Prudhomme ha trovato un accordo con le prefetture dei dipartimenti interessati al passaggio della corsa nelle prossime tappe in modo da garantire maggiore sicurezza e sperare di prevenire e bloccare questa moda assurda e pericolosa.