Trofeo Tim/ Vince la Juventus, sprecona l’Inter, ancora due Ko per il Milan

Pubblicato il 15 agosto 2009 0:29 | Ultimo aggiornamento: 15 agosto 2009 0:32

ciro ferraraLa Juventus di Ciro Ferrara c’è e mette le mani sul primo Trofeo Tim della sua storia regolando Inter e Milan.

A Pescara è di scena il torneo a tre con gare da 45 minuti. Bene la Juventus, sciupona l’Inter, che butta il trofeo per colpa di un errore di Rivas. Male il Milan, che continua a collezionare una sconfitta dopo l’altra in questo pre campionato.

Juventus-Inter 7-6 (dopo i calci di rigore) Aprono Juventus ed Inter che danno vita ad una gara tesa e a tratti fallosa con due ammoniti (Stankovic e Felipe Melo) e un espulso, il recidivo Materazzi, in un solo tempo.

Partono meglio i nerazzurri con Quaresma, tra i più positivi che chiama Buffon ad una parata difficile. La squadra di Mourinho passa al 26′ grazie ad un pallonetto morbido del nuovo acquisto Tiago Motta.

La Juve, però, non ci sta e preme: al 44′ l’arbitro Damato vede un rigore per un presunto fallo di Materazzi su Amauri. Proteste ed espulsione per il nerazzurro, ma Iaquinta si fa parare il tiro dagli undici metri da Julio Cesar.

Sembra fatta per l’Inter ma i bianconeri trovano il pari grazie ad Amauri e ad un grossolano errore del difensore interista Rivas.

Si va ai rigori e l’errore decisivo di Santon, regala la vittoria alla Juventus.

Milan – Inter 0-1 La seconda gara è il derby. Il Milan si presenta con Pato, Ronaldinho e il nuovo acquisto Huntelar, ma è Balotelli a fare la differenza e regalare la vittoria all’Inter.

L’azzurro prima prende una traversa su punizione e poi segna, di testa, il gol partita, grazie a un morbido assist di Quaresma.

Nel Milan, l’unica nota positiva è la presenza di Alessandro Nesta al centro della difesa.

Juventus-Milan 2-0 Quella che assegna il trofeo ai bianconeri è una gara senza storia. La Juve passa al 14′ con Amauri che sorprende il nuovo acquisto Roma con una botta dalla distanza.

Gli uomini di Leonardo poi, perdono Pato per una botta mentre Ronaldinho appare in serata no. Al 33′ arriva anche il raddoppio di Iaquinta, in sospetta posizione di fuorigioco.