Tyrone Mings, da senzatetto a Nazionale Inglese: una favola a lieto fine

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 5 Settembre 2019 17:16 | Ultimo aggiornamento: 5 Settembre 2019 17:16
Tyrone Mings senzatetto Nazionale Inglese favola calcistica

Tyrone Mings con la maglia dell’Aston Villa (da YouTube)

LONDRA – La sosta dei campionati, per le partite delle Nazionali, ci regala una bellissima favola di sport, quella di Tyrone Mings. Un dormitorio, i lavori per far quadrare i conti a fine mese e quell’ambizione: giocare a calcio per sé stesso e per la sua famiglia. Tyrone ce l’ha fatta, dopo i rifiuti ai provini, i campionati coi dilettanti e un crociato rotto.

Tyrone Mings, da senzatetto a Nazionale Inglese. 

Come scrive Sky Sport, d’un tratto, quando Tyrone aveva appena otto anni, la casa dove viveva non c’è più: la mamma Dawn rompe col compagno, e lui, più le tre sorelle, si ritrovano senza un posto dove andare: “Era orribile: bagni e docce comuni, gente non proprio simpatica – ha raccontato al Telegraph – Siamo stati lì quasi un anno, non è stata una bella esperienza”. Dove? In un dormitorio per senza tetto. Una sola stanza: due letti a castello e un divano. Ma nel frattempo Tyrone continua a giocare a calcio, sognando un futuro diverso per lui e per la sua famiglia.

Prima di arrivare a giocare nei campionati professionistici inglesi, Tyrone ha dovuto affrontare una lunga gavetta tra i dilettanti (Yate Town e Chippenham Town). Nella “non league inglese”, Tyrone guadagnava una miseria e per vivere era costretto a lavorare in un pub. Girava la città con una Citroen Saxo: ruote bianche e verdi e freno a mano difettoso (come da lui raccontato nel corso dell’intervista al Telegraph…). 

Nel 2012, è stato finalmente ingaggiato dall’Ipswich Town, iniziando la sua carriera tra i professionisti dalla seconda divisione del calcio inglese. Dopo tre ottime stagioni con l’Ipswich, si è meritato l’ingaggio al Bournemouth, club di Premier League (la Serie A degli inglesi) ma nel giorno del suo debutto si è rotto un crociato. All’inizio Tyrone voleva mollare tutto, poi ha deciso di reagire e alla fine ha disputato ben quattro stagioni con il Bornemouth. Il resto è storia recente, il suo approdo all’Aston Villa e la meritata convocazione in Nazionale. Adesso Tyrone è pronto al debutto, una favola calcistica a lieto fine… (fonti Telegraph e Sky Sport).