Serie A, Guidolin: “L’Udinese è nel mio cuore, resterò qui”

Pubblicato il 25 Gennaio 2011 19:30 | Ultimo aggiornamento: 25 Gennaio 2011 19:32

Francesco Guidolin

Francesco Guidolin tranquillizza Gianpaolo Pozzo, che ha dichiarato che il tecnico dell’Udinese a fine stagione potrebbe anche essere tentato da qualche grosso club. ”Ho già chiarito dentro di me quale sarà il mio futuro – ha rassicurato Guidolin – è tutto disegnato nel mio cuore: il futuro sarà ancora in Friuli, ovviamente se mi vorranno tenere ancora”. Per Pozzo quella vista all’opera contro l’Inter è l’Udinese più bella della sua gestione, un concetto che il patron ha ribadito anche oggi. Sono parole che a Guidolin fanno piacere, del resto l’Udinese di questi tempi è bella, divertente, cinica e vincente.

Il tecnico di Castelfranco però invita i suoi a non abbassare la guardia ed è convinto che l’Udinese possa ancora crescere, a patto che abbia sempre la capacità di essere brillante, pratica e concreta. ”E bisogna anche chiudere i giornali – ha aggiunto – vanno dimenticati in fretta i complimenti per la prestazione di domenica, che semmai va conservata in un angolo della memoria. Si riparte sempre da zero, così deve essere dopo la vittoria a spese dell’Inter, ci attende domenica una gara difficile, contro un avversario tecnico e che sarà agguerrito. La Juve non ci aspetta impaurita perchè questo atteggiamento e questo stato d’animo non fanno parte del suo Dna. Dovremo essere ancora impeccabili per sperare nel risultato positivo”.

Certo è che domenica contro l’Inter l’Udinese è stata concentratissima per tutti i 90′, e questo l’ha aiutata a essere continua come poche volte le era riuscito. ”E’ vero – ha ammesso Guidolin – siamo stati continui come era successo contro il Palermo e il Napoli. Ai ragazzi, al termine del primo tempo, ho detto che dovevano iniziare la ripresa come se il match fosse ancora sullo 0-0, ho chiesto un pressing alto ben sapendo che all’Inter non puoi concedere nulla, i nerazzurri in tre minuti possono capovolgere la situazione in loro favore. Mi hanno ascoltato, sono stati davvero bravi e la vittoria – ha concluso – è limpidissima”.