Inter, solo 0-0 a Udine. Adesso le rivali Champions potrebbero avvicinarsi

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 4 maggio 2019 20:00 | Ultimo aggiornamento: 4 maggio 2019 22:22
Inter, solo 0-0 a Udine. Adesso le rivali Champions potrebbero avvicinarsi

Inter, solo 0-0 a Udine. Adesso le rivali Champions potrebbero avvicinarsi. Foto ANSA/STEFANO LANCIA

UDINE – Anticipo del sabato del campionato italiano di calcio di Serie A, Udinese-Inter 0-0.
L’Inter ama complicarsi le cose e stasera a Udine è andata proprio così. La squadra di Luciano Spalletti è arrivata in Friuli per blindare la qualificazione alla prossima Champions League ma non è andata oltre allo zero a zero. L’Inter ha creato poche occasioni da gol, Lautaro Martinez è stato fermato dal palo e Icardi non ha inciso sul match dopo essere entrato dalla panchina. Questo pareggio complica i piani dei nerazzurri perché nei prossimi giorni scenderanno in campo Atalanta, Roma, Milan e Lazio.

In caso di successo, queste squadre potrebbero avvicinarsi pericolosamente all’Inter. Questo pareggio mette in pericolo anche l’Udinese. Al momento gli uomini di Tudor hanno 5 punti di vantaggio sull’Empoli ma se i toscani dovessero vincere domani, i friulani avrebbero solamente 2 punti di vantaggio sulla Serie B. Ecco la classifica aggiornata, zona Champions: Inter 63, Atalanta 59, Roma 58, Torino 57, Milan 56 e Lazio 55. 

Udinese-Inter 0-0, Lautaro Martinez fermato dal palo. Nerazzurri poco incisivi. 

Al 7′, traversone di Zeegelaar, destro di Mandragora, neutralizzato da Asamoah. I calciatori dell’Udinese ha chiesto il rigore per un presunto fallo di mano dell’ex Asamoah ma l’arbitro Rocchi e la stanza del var non sono stati di questo avviso. Al 13′, cartellino giallo per Sandro, il mediano dell’Udinese ha fermato una ripartenza dell’Inter. Al 15′, Perisic ha anticipato Marco d’Alessandro e ha colpito di testa ma la sua conclusione è terminata alta. Sempre al 15′, Danilo d’Ambrosio è stato ammonito per un brutto fallo ai danni di Sandro.

Al 16′, Musso ha compiuto una grande parata su un destro dalla distanza di Radja Nainggolan. Il portiere argentino si è salvato in calcio d’angolo. Al 22′, l’Inter ha colpito il palo con Lautaro Martinez. L’attaccante argentino ha deviato un colpo di testa di D’Ambrosio ma il legno gli ha negato la gioia del gol. Al 37′, De Paul ha calciato da buona posizione. Il suo tiro era potente ma centrale, Handanovic lo ha respinto con il pugno. Il primo tempo è terminato sul risultato di zero a zero

Al 52′, il colpo di testa di De Maio, sugli sviluppi di un corner in favore dei friulani, è stato bloccato senza problemi da Samir Handanovic. Al 56′, Perisic ha fallito un’ottima occasione da gol. Ha colpito di testa da buona posizione, su cross di D’Ambrosio, ma non ha trovato lo specchio della porta dell’Udinese. Al 61′, Pussetto è uscito dal campo, al suo posto è entrato in campo Okaka. 

Al 62′, Luciano Spalletti ha tolto Borja Valero e ha aumentato il potenziale offensivo della sua squadra inserendo in campo Mauro Icardi, il grande bocciato di inizio partita. Al 79′, Spalletti ha gettato nella mischia anche Keita Balde. L’ex attaccante della Lazio è entrato in campo al posto di Lautaro Martinez. E’ finita, zero a zero a Udine. 

Udinese-Inter, le scelte di Igor Tudor e Luciano Spalletti.

Gara delicata in chiave salvezza per l’Udinese. Igor Tudor se la gioca a viso aperto con un modulo offensivo come il 3-4-2-1. L’ex calciatore della Juventus schiera Musso sui pali davanti ad una difesa a tre composta da Nuytinck, De Maio e Stryger Larsen. Centrocampo a quattro con Marco D’Alessandro come esterno destro, Zeegelaar come esterno sinistro, Sandro a protezione della difesa e Rolando Mandragora in cabina di regia. Dietro alle punte agiscono gli argentini De Paul e Pussetto. Il centravanti titolare è Kevin Lasagna. Solamente panchina iniziale per Stefano Chuka Okaka .

L’Inter di Luciano Spalletti risponde con un modulo tattico simile, il 4-2-3-1. Anche in questo caso, è fondamentale il ruolo giocato dai trequartisti. Luciano Spalletti ha scelto Samir Handanovic come capitano e portiere titolare. Poi difesa a quattro con K.Asamoah terzino sinistro, Danilo D’Ambrosio terzino destro, Milan Skriniar e Stefan de Vrij al centro della difesa. Centrocampo a due con Borja Valero e Marcelo Brozovic a protezione della difesa. Trequarti campo a tre con Nainggolan al centro, Politano a sinistra e Perisic a destra. Lautaro Martinez centravanti titolare. Altra bocciatura per Mauro Icardi.

Formazioni ufficiali di Udinese-Inter.
UDINESE (3-4-2-1): Musso; Stryger Larsen, De Maio, Nuytinck; D’Alessandro, Mandragora, Sandro, Zeegelaar; De Paul, Pussetto; Lasagna. All. Tudor.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, De Vrij, Asamoah; Borja Valero, Brozovic; Politano, Nainggolan, Perisic; Lautaro Martinez. All. Spalletti.