Udinese-Napoli 3-1, Pozzo: “Ma quali aiuti! Giusto rosso a Maggio”

Pubblicato il 7 Febbraio 2010 23:29 | Ultimo aggiornamento: 7 Febbraio 2010 23:29

Il presidente dell'Udinese

Gianpaolo Pozzo, patron dell’Udinese, ha affidato al sito ufficiale della società i suoi commenti sulla gara contro il Napoli per sottolineare che “l’espulsione di Maggio è stata giusta.

Isla non l’ha toccato – ha spiegato Pozzo – e quindi respingo con sdegno insinuazioni di aiuti arbitrali a nostro favore”.

“Mi complimento con la squadra per la vittoria contro una squadra molto forte e in un gran momento psico-fisico – ha detto Pozzo -.

Abbiamo ottenuto una vittoria importante, avevamo bisogno di questi punti per ricreare tranquillità ed entusiasmo. Anche in passato avevamo meritato i tre punti, che poi non erano arrivati.

Questo è un successo che ci dà slancio, ci fornisce la carica necessaria per i prossimi impegni. Si è visto che la squadra nel secondo tempo era preoccupata: sapeva quanto fossero importanti i tre punti e per questo era molto contratta”.

“A questo punto mi auguro che il 3-1 sul Napoli ci dia la linfa necessaria per sbloccarci e rimontare posizioni in classifica, arrivando a occupare i posti consoni alle nostre potenzialità – ha aggiunto il patron -.

L’oggi, però, reca anche una macchia. Non capisco certe dichiarazioni da parte di alcuni commentatori che tendono a orientare un episodio come l’esplusione di Maggio.

Dico orientare nel senso di distorcere i fatti: l’arbitro era lì a pochi metri – ha detto Pozzo – quindi ha avuto modo di valutare bene la situazione.

Eppoi, negli spogliatoi ho parlato direttamente con Isla: il ragazzo, che è di una sincerità assoluta, mi ha garantito di non averlo toccato. Giustissimo quindi il secondo cartellino giallo e la conseguente espulsione.

Per tutta questa serie di motivi respingo con sdegno interpretazioni di questo tipo”. “Non riesco proprio a capire perché qualcuno insinui aiuti a nostro favore, che la partita ha dimostrato non esserci.

E’ molto più corretto sottolineare la prova della squadra, che voleva i tre punti e li ha ottenuti, credendoci fino in fondo. Con un atteggiamento del genere – ha concluso Pozzo – sono ottimista per il futuro”.