Ultrà Atalanta minaccia e sfida polizia con video choc: “Trovatemi così ve la farò pagare…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 marzo 2019 19:46 | Ultimo aggiornamento: 2 marzo 2019 19:47
Ultrà Atalanta minaccia e sfida polizia con video choc: "Trovatemi così ve la farò pagare..."

Tifosi dell’Atalanta in una foto d’archivio dell’Ansa

BERGAMO – In rete gira un filmato choc dove un ultrà dell’Atalanta minaccia e sfida la polizia in seguito agli scontri tra tifosi bergamaschi e forze dell’ordine dopo la semifinale di Coppa Italia di mercoledì scorso. Nel filmato, l’ultrà offende le forze dell’ordine e le invita a trovarlo, attraverso i mezzi della polizia postale, per una resa dei conti. Il video è stato pubblicato da “Il Messaggero” al seguente link.

Fiorentina-Atalanta, scontri dopo la partita

Tafferugli mercoledì scorso a Firenze tra tifosi dell’Atalanta e polizia mentre i supporter stavano lasciando il capoluogo toscano dopo la partita di Coppa Italia contro la Fiorentina. E’ quanto rende noto la polizia spiegando che alcuni tifosi sono scesi dai pullman, che erano scortati dalle forze dell’ordine, travisati e armati con aste e bastoni. Tutto si è verificato, si spiega ancora, mentre i pullman stavano procedendo lungo il viadotto del Varlungo che porta al casello dell’A1. Refertati alcuni poliziotti.

Negli scontri sono rimasti feriti alcuni agenti del Reparto mobile di Firenze e un funzionario della questura colpito con un violento calcio al volto. Sono stati bloccati e identificati i tifosi responsabili dei tafferugli avvenuti alla periferia sud di Firenze mentre una colonna con 23 pullman di tifosi bergamaschi veniva scortata verso il casello dell’A1 di Firenze Sud dopo il deflusso dallo stadio Franchi. In totale sono stati identificati 130 tifosi, 5 i poliziotti feriti, contusi anche alcuni ultrà.

Scontri tra tifosi e polizia, Atalanta chiede chiarezza

“Chiediamo che sia fatta luce su quanto accaduto mercoledì notte a Firenze”. L’Atalanta si espone pubblicamente sul proprio sito web ufficiale a sostegno dei propri tifosi coinvolti negli scontri con la polizia nella notte fra mercoledì e giovedì, nel corteo di pullman a poche centinaia di metri dal casello di Firenze Sud, dopo la semifinale di andata di Coppa Italia.

“Abbiamo visto, con sgomento, le immagini che circolano sui media e per questo riteniamo opportuno che quanto successo, e documentato con immagini e testimonianze, sia oggetto di approfondimenti – si legge nel comunicato -. Siamo per la legalità e per la tutela delle forze dell’ordine, che svolgono un importante servizio a garanzia della sicurezza pubblica, ma la denuncia sollevata dai tifosi impone, da parte del Ministero degli Interni e di tutte le Autorità competenti, un elevato grado di attenzione per difendere i diritti anche di chi segue lo sport ed il calcio”.

(fonte: Ansa).