Universiadi: Carlotta Ferlito oro nella ginnastica artistica, argento per Lara Mori e per la spada donne

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Luglio 2019 19:50 | Ultimo aggiornamento: 7 Luglio 2019 19:50
Universiadi: Ferlito oro nella ginnastica artistica, argento per Lara Mori e per la spada donne

Universiadi: Ferlito oro nella ginnastica artistica, argento per Lara Mori e per la spada donne
foto ANSA

NAPOLI – La ginnasta Carlotta Ferlito ha conquistato la medaglia d’oro nella ginnastica artistica, specialità corpo libero alle Universiadi in corso a Napoli. Ha preceduto sul podio la giapponese Aiko Sugihara e la russa Uliana Perebinosova. E’ la quarta medaglia d’oro per l’Italia nella competizione.

Lara Mori medaglia d’argento nella ginnastica artistica. 

Medaglia d’argento per Lara Mori nella ginnastica artistica alle Universiadi di Napoli. Il “giglio” di Montevarchi, allenata da Stefania Bucci, con una spettacolare esibizione alla trave ha totalizzato 12.850 punti alle spalle della giapponese Hitomi Hatakeda, medaglia d’oro con 13mila punti.

Al terzo posto la russa Uliana Perebinosova (12.800).
    Dopo il bronzo di squadra per l’artistica femminile con Carlotta Ferlito e Martina Rizzelli, la giovane toscana fa il bis e conquista il podio in un Palavesuvio gremito.

    “Sono felicissima – ha detto la ginnasta a fine gara – per me questa medaglia vale molto perché la trave è sempre stato un attrezzo dove posso puntare ma si può anche sbagliare. Sono contenta di aver fatto tutte e tre le gare giuste sulla trave e sono davvero soddisfatta”. Termina al quinto posto la gara di Carlotta Ferlito (12.400), vincitrice della medaglia d’oro nel corpo libero.

Spada donne, medaglia d’argento dopo sconfitta di misura contro la Russia. 

Al PalaUnisa, nel campus di Baronissi, la quarta giornata dedicata alla scherma regala all’Italia l’argento della squadra spada femminile. Le azzurre sono state sconfitte in finale dalla Russia per 45-40 al termine di un match molto equilibrato e deciso nelle battute conclusive.

    Il terzetto italiano delle spadiste, composto dalla medaglia di bronzo individuale Roberta Marzani, Eleonora De Marchi e Nicol Foietta, ha debuttato nel tabellone dei 16 superando il Giappone per 45-29. Poi le azzurre hanno battuto nei quarti di finale 40-26 l’Ungheria e in semifinale hanno sconfitto la Polonia per 45-36 prima del ko contro le russe.

    Stop ai quarti di finale, invece, per il team di sciabola maschile composto da Matteo Neri, reduce dal terzo posto individuale, Dario Cavaliere e Alberto Arpino (che ha preso il posto dell’infortunato Francesco D’Armiento) (fonte Ansa).