Tennis, Us Open: avanzano la Vinci e la Errani. Bene anche Fognini

Pubblicato il 29 agosto 2012 11:36 | Ultimo aggiornamento: 29 agosto 2012 11:46
Sara Errani_Us Open

Sara Errani (LaPresse)

NEW YORK (STATI UNITI) – Si assottiglia la pattuglia azzurra agli Us Open. Cinque le tenniste scese in campo sul cemento newyorchese di Flushing Meadows nella notte, con un bilancio di due vittorie e tre sconfitte: avanzano Roberta Vinci e Sara Errani. Fuori Francesca Schiavone, Camila Giorgi e Nastassja Burnett. Nel tabellone maschile ha superato il primo turno Fabio Fognini, mentre Paolo Lorenzi – sfavorito dal sorteggio – si è arreso a Novak Djokovic.

La Vinci, numero 20 del tabellone e fresca di successo al torneo di Dallas, ha battuto in un match senza storia la polacca Urzula Radwanska, 22 anni e n.43 del mondo, sorella minore di Agnieszka. Risultato 6-1, 6-1 al termine di un match durato appena 59 minuti. La Errani, pur soffrendo, ha superato il turno a spese della 18enne spagnola Garbine Muguruza Blanco, in tre set: 6-3, 6-7(6), 6-1 in un’ora e 56 minuti. Giovane (classe 1993) anche l’avversaria che il sorteggio aveva opposto a Francesca Schiavone (n.22) la statunitense Sloane Stephens. Un accoppiamento insidioso per la milanese, come ha rivelato il punteggio di 6-3, 6-4 a favore dell’avversaria.

Rapida l’uscita di scena di Nastassja Burnett, ventenne romana partita dalle qualificazioni, al cospetto della russa Vera Dushevina, che l’ha battuta con uno sbrigativo 6-0, 6-3 in un match durato 59′, come quello della Vinci. Delusione, infine, anche per Camila Giorgi, bocciata dalla bulgara Tsvetana Pironkova (6-3, 6-4 in un’ora e 25 minuti).

Tra gli uomini, tre ore e mezza di battaglia e successo in rimonta per Fognini sul francese Edouard Roger-Vasselin, al termine di un match estenuante (3-6, 5-7, 6-4, 6-4, 7-5). Pur sotto due set a zero il tennista ligure non si è mai arreso, mostrando un’ottima condizione fisica che gli ha consentito di conservare la lucidità nel finale. Nulla ha invece potuto Lorenzi. Il senese per la seconda volta quest’anno ha affrontato Djokovic al debutto in uno Slam, come già all’Open d’Australia. Lorenzi ha ceduto per 6-1, 6-0, 6-1 al serbo, numero 2 mondiale, in un’ora e 13 minuti. Oggi tocca ad Andreas Seppi, contro lo spagnolo Tommy Robredo.