Usa. Super esclusivo Golf Club apre le porte anche alle donne dopo 80 anni

Pubblicato il 21 agosto 2012 10:43 | Ultimo aggiornamento: 21 agosto 2012 10:43

L’Augusta National Golf Club

AUGUSTA, STATI UNITI – Alla fine – dopo 80 anni di storia e numerose polemiche che hanno visto intervenire anche il presidente Barack Obama, e il suo rivale repubblicano Mitt Romney – il super esclusivo Augusta National Golf Club, in Georgia, sede di uno dei piu’ famosi Master, aprira’ le sue porte alle donne.

Le due prime socie a calcare i prati del circolo finora frequentato solo da uomini, all’inizio della nuova stagione in ottobre, saranno l’ex segretario di Stato ‘Condi’ Rice e la donna d’affari del South Carolina Darla Moore. La querelle sulla partecipazione del gentil sesso alle attivita’ del club in qualita’ di membri andava avanti da almeno dieci anni, da quando nel 2002 l’attivista Martha Burk del National Council of Women’s Organization comincio’ a battersi per la fine di tale regola discriminatoria.

Ma finora il board dei soci si era sempre fermamente opposto, sostenendo come le donne potevano continuare a partecipare ai corsi come ospiti ma non diventare membri del club. Lo scorso aprile, pero’, fu addirittura il presidente Obama, noto appassionato e giocatore di golf, ad intervenire per spezzare una tradizione considerata ingiusta. ”Sta al club decidere – disse il portavoce della Casa Bianca Jay Carney – ma l’opinione personale del presidente e’ che le donne dovrebbero essere ammesse”. Per una volta Romney si disse d’accordo con Obama.

E’ cosi’ caduto un altro tabu’, come quando nel 1990 l’Augusta National Club accetto’ per la prima volta l’ingresso tra i suoi soci di membri di colore. La questione della membership femminile nel club era tornata alla ribalta con la nomina di Virginia Rometty alla guida di Ibm, societa’ che sponsorizza i Master di golf. Ai quattro amministratori delegati che l’hanno preceduta alla guida del colosso informatico l’Augusta ha garantito l’adesione al club, che si e’ quindi trovato di fronte al dilemma se cambiare o meno il proprio statuto o chiudere la porta a uno dei suoi principali sponsor.

Al club, fin dal 1932, si puo’ diventare soci solo su invito: Augusta non ha mai reso nota la lista completa dei suoi membri, che dovrebbero essere circa 300 e fra i quali figurano Bill Gates e Warren Buffett.