Valentino Rossi, è il giorno della sentenza del Tas

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 Novembre 2015 10:17 | Ultimo aggiornamento: 5 Novembre 2015 10:55
Valentino Rossi (foto Ansa)

Valentino Rossi (foto Ansa)

LOSANNA, 5 NOV – Valentino Rossi, è il giorno della sentenza. Nel pomeriggio di oggi 5 novembre il Tribunale di Losanna farà sapere se l’ultima gara del mondiale di motogp, quella di Valencia, sarà gara vera e se Valentino Rossi potrà correre alla pari con il suo avversario Jorge Lorenzo.

Il Tas si pronuncerà sul ricorso presentato da Valentino Rossi e dal suo team contro la sanzione da 3 punti sulla patente da pilota. Sanzione che lo costringerà, se confermata, a partire dall’ultimo posto nel decisivo Grand Premio di Valencia. Il ricorso presentato dal team di Valentino chiede l’annullamento o la riduzione della sanzione da 3 punti sulla patente da pilota applicatagli dopo lo scontro con Marquez sul circuito di Sepang: il taglio anche di un solo punto permetterebbe a Valentino di non partire ultimo a Valencia e, così, di potersi giocare alla pari il titolo mondiale con Lorenzo nell’ultimo gran premio della stagione.

Valentino Rossi ha affidato al comunicato stampa Yamaha il suo pensiero: “Aspetto la decisione del Tas ma spero di poter fare un GP normale dove battagliare e lottare per il titolo, a pari condizioni, con Jorge. Sarà un weekend molto intenso e importante. Voglio solo pensare a cosa succederà in pista. Proverò a fare del mio meglio”.  “Si può parlare a lungo in conferenza e può cambiare qualcosa – conclude Valentino Rossi – ma per me questo non è il modo, stavo lottando con Jorge per questo campionato e volevo solo che il migliore fra noi vincesse, ma non andrà così. Ribadisco che non volevo far cadere Marquez ma dovevo fare qualcosa perché Jorge stava già andando via. Il campionato non è ancora finito, ma questa situazione mi taglia le gambe e fa vincere solo Marquez”.