Valentino Rossi, firma la petizione anti penalizzazione

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Ottobre 2015 15:35 | Ultimo aggiornamento: 26 Ottobre 2015 15:35
Valentino Rossi, firma la petizione anti penalizzazione

Valentino Rossi, firma la petizione anti penalizzazione

ROMA – Una petizione su un sito apposito, change.org, per chiedere a chi decide di annullare la sanzione comminata a Valentino Rossi dopo il gp di Malesia. A lanciarla è stato, manco a dirlo, un appassionato italiano, Massimo Iezzi. E come facilmente prevedibile nel giro di poche ore la petizione ha raccolto già circa 45mila firme. 

Nello specifico la petizione chiede che venga cancellata la sanzione a Rossi e chiede che il dottore possa partire regolarmente all’ultima e decisiva gara e non dall’ultimo posto.  Il testo della petizione

Tutti contro Valentino Rossi.

Domenica 25 ottobre alla fine del Gran Premio di Malesia di MotoGPed in seguito alla caduta di Marquez i giudici di gara hanno deciso dipenalizzare Rossi con l’ultimo posto sulla griglia di partenza nel prossimo Gp di Valencia.

La realtà inequivocabile dei video parla invece di un Rossi che va sull’esterno della curva e Marquez, indietro nella posizione e in svantaggio, che si infila comunque e in accelerazione colpisce la gamba sinistra del pesarese. Marquez lo ha evidentemente e volutamente rallentato come ha ammesso anche il direttore di gara Mike Webb.

Ecco perché chiediamo alla Federazione Internazionale di Motociclismo di rendere nulla la sanzione inflitta dai giudici di gara a Valentino Rossi che inevitabilmente falserà il titolo di campione del mondo e renderà  ridicolo questo meraviglioso sport.

Difficile, per non dire impossibile, che la Fim possa tornare sui suoi passi e cancellare a furor di popolo una decisione già presa. Certo, se le firme dovessero crescere a dismisura per la Federazione la pressione diventerebbe difficile da gestire. Per leggere e firmare la petizione clicca qui