VAR per decidere l’espulsione o meno di Asamoah, ecco come è andata

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 17 Settembre 2019 20:14 | Ultimo aggiornamento: 17 Settembre 2019 20:14
Var Inter Slavia Asamoah espulsione ecco cosa ha deciso l'arbitro

Var utilizzato per prendere una decisione su questa entrata di Asamoah su Traore (fermo immagine Sky Sport)

MILANO – Dopo 55 minuti di sostanziale correttezza, l’arbitro ha deciso di andare a visualizzare il VAR per prendere una decisione su una entrata decisa di Asamoah ai danni di Traore nel corso di Inter Slavia Praga di Champions League. Dopo aver consultato il monitor per circa due minuti, l’arbitro è rientrato in campo e ha deciso di non mostrare cartellini a Asamoah, giudicando la sua entrata dura ma regolare. 

Non solo VAR, ecco tutto quello che è successo tra Inter e Slavia Praga fino a questo momento. La gara è ancora in corso. 

Debutto stagionale dell’Inter in Champions League. Antonio Conte ha deciso di puntare sul 3-5-2 con Handanovic; D’Ambrosio, De Vrij, Skriniar; Candreva, Gagliardini, Brozovic, Sensi, Asamoah; Lautaro Martinez e Lukaku (recuperato dopo gli acciacchi fisici accusati contro l’Udinese). 

Lo Slavia Praga di Trpisovsky risponde con un 4-2-3-1 con Kolár; Coufal, Kúdela, Hovorka, Boril; Soucek, Husbauer; Masopust, Traoré, Stanciu e Olayinka. 

L’Inter è andato subito vicino al gol al 15′. Lukaku ha disorientato la difesa dello Slavia Praga con un movimento che ha liberato al tiro Lautaro Martinez. Il centravanti argentino ha fatto partire un bel diagonale di sinistro che è uscito di un soffio. 

Al 23′, i nerazzurri hanno sfiorato ancora una volta il gol. E’ stato il turno di Danilo D’Ambrosio che, dimenticato dalla difesa avversaria, ha colpito di testa a botta sicura ma ha dovuto fare i conti con una grande parata di Kolar. 

Al 32′, lo Slavia Praga ha creato la sua prima occasione da gol. Masopust è andato al tiro dalla destra ma non è riuscito ad inquadrare lo specchio della porta dei nerazzurri. Il primo tempo, è terminato sul risultato di zero a zero. I nerazzurri hanno provato a fare la partita ma lo Slavia si è difeso con ordine ed è ripartito bene in contropiede. 

Al 49′, Lautaro Martinez ha calciato a botta sicura da due passi ma il portiere dello Slavia Praga si è superato respingendo la sua conclusione in angolo. Poco dopo, Antonio Candreva è stato costretto al cambio per infortunio, al suo posto è entrato in campo Lazaro. 

Al 55′, l’arbitro è andato a consultare il VAR per una entrata in scivolata di Asamoah su Traore. Una volta rientrato in campo, non ha mostrato cartellini ai danni del calciatore nerazzurro.