Var, il bilancio del primo anno in Serie A: utilizzato una partita su tre

di redazione Blitz
Pubblicato il 23 maggio 2018 18:15 | Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2018 18:15
Var, il bilancio del primo anno in Serie A: utilizzato  partita su tre

Var, il bilancio del primo anno in Serie A: utilizzato una partita su tre
ANSA/ALESSANDRO DI MARCO

ROMA – Una partita su tre nel campionato di Serie A appena concluso ha visto l’intervento della Var. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Nelle 380 partite disputate dal 19 agosto al 20 maggio la moviola in campo è andata in scena 115 volte (30,2%).

A tracciare il bilancio della prima stagione del calcio ‘tecnologico’ è Tiziano Pieri, ex arbitro internazionale ed esperto di Var a Rai Sport, che racconta di 35 rigori concessi grazie alla tecnologia (su 126 totali, in calo comunque rispetto ai 132 di un anno prima) e di 18 tolti con l’on field review.

I gol annullati dal Var sono stati 29, mentre quelli assegnati 14. Nelle 38 giornate di campionato, la Var è intervenuta almeno una volta, salvo nella penultima, l’unica in cui non c’è stato alcun cambio decisionale. L’arbitro più ‘aiutato’ dalla tecnologia è stato Valeri, con 10 cambi di giudizio al video in 15 partite.

Poi Orsato (7) e Di Bello (6). Tagliavento quando è stato in cabina Var (14 volte), non hai mai corretto la decisione arbitrale, cosa che invece Mazzoleni ha fatto ben 10 volte su 19.