Il Verona nega ululati razzisti a Kessie: “Erano fischi per l’arbitro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Settembre 2019 12:52 | Ultimo aggiornamento: 16 Settembre 2019 12:53
Il Verona nega ululati razzisti a Kessie: "Erano fischi per l'arbitro"

Kessie con la maglia del Milan (foto ANSA)

ROMA – Il Verona smentisce gli ululati razzisti rivolti a Kessie durante la partita di ieri sera, 15 settembre, con il Milan. La società veneta ha preso posizione difendendo la propria tifoseria con un comunicato.

“I buuu a Kessie? Gli insulti a Donnarumma? Forse qualcuno è rimasto frastornato dai decibel del tifo gialloblù. Cosa abbiamo sentito noi? Fischi, inevitabili, per decisioni arbitrali che lasciano ancora oggi molto perplessi, e poi tanti applausi, ai nostri “gladiatori”, a fine gara. Non scadiamo in luoghi comuni ed etichette ormai scucite. Rispetto per Verona e i veronesi”.

I presunti ululati razzisti nei confronti del centrocampista del Milan, erano nati dopo l’espulsione del centravanti polacco dell’Hellas Stepinski. I cori sono continuati fino all’intervallo e sono stati sentiti anche in tribuna stampa, poi per fortuna si sono interrotti nella ripresa. (fonte TWITTER)