Hellas Verona-Livorno, formazioni Serie A: Nicola con Emeghara in attacco

di redazione Blitz
Pubblicato il 29 settembre 2013 10:38 | Ultimo aggiornamento: 29 settembre 2013 10:39
Hellas Verona-Livorno, formazioni Serie A: Nicola con Emeghara in attacco (LaPresse)

Hellas Verona-Livorno, formazioni Serie A: Nicola con Emeghara in attacco (LaPresse)

VERONA, STADIO MARC’ANTONIO BENTEGODI – Hellas Verona-Livorno, probabili formazioni della partita valida per la sesta giornata del campionato italiano di calcio di Serie A.

VERONA-LIVORNO ore 15 PROBABILI FORMAZIONI

Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Gonzalez, Agostini; Romulo, Hallfredsson, Jorginho; Jankovic, Toni, Martinho.
A disp.: Nicolas, Mihaylov, Bianchetti, Laner, Longo, Cirigliano, Albertazzi, Iturbe, Cacia, Marques, Toni, Donadel. All.: Mandorlini.
Squalificati: nessuno
Indisponibili: Maietta
Livorno (3-5-2): Bardi; Coda, Emerson, Ceccherini; Schiattarella, Luci, Greco, Duncan, Mbaye; Paulinho, Emeghara.
A disp.: Anania, Aldegani, Decarli, Valentini, Rinaudo, Lambrughi, Mosquera, Piccini, Belingheri, Benassi, Borja, Siligardi. All. Nicola
Squalificati: De Lucia
Indisponibili: Botta, Biagianti, Gemiti

Il Verona non perde in casa dal 4 marzo scorso, 0-2 contro il Padova in serie B. Nei seguenti 8 incontri, tra vecchia e nuova stagione, il bilancio scaligero è stato di 6 successi e 3 pareggi.

Sono 4 i precedenti tecnici ufficiali tra Andrea Mandorlini e Davide Nicola, con il mister gialloblu ancora imbattuto: bilancio – a suo favore – di 2 successi ed altrettanti pareggi (ambedue per 1-1), con sue formazioni sempre in rete nei 360′ in questione: 5 le marcature totali.

Nelle ultime 13 trasferte ufficiali Livorno sconfitto solo una volta, 0-1 a Modena contro il Sassuolo, in serie B lo scorso 18 maggio. Nelle altre 12 gare il bilancio esterno toscano è stato di 5 vittorie e 7 pareggi. (Ha collaborato Football Data).

Gli anticipi del sabato.

Milan-Sampdoria 1-0 (0-0). Milan (4-3-2-1): Abbiati 6; Zaccardo 5.5, Zapata 6, Mexes 6, Constant 5.5; Poli 6.5 (30′ st Nocerino sv), De Jong 6.5, Muntari 5 (1′ st Emanuelson 6); Birsa 7 (21′ st Niang 6), Robinho 6.5; Matri 5. (1 Amelia, 59 Gabriel, 20 Abate, 33 Vergara, 24 Cristante). All.: Allegri 6.5. Sampdoria (4-4-2): Da Costa 6.5; De Silvestri 6, Mustafi 6.5, Regini 5.5, Costa 6; Gavazzi 5.5, Obiang 6.5, Palombo 5 (16′ st Kristicic 6), Wszolek 5 (7′ st Soriano 6); Sansone 5.5, Gabbiadini 5 (22′ st Petagna 6). (30 Fiorillo, 92 Tozzo, 13 Berardi, 7 Castellini, 28 Gastaldello, 27 Eramo, 33 Gentsoglou, 5 Renan, 9 Pozzi). All.: Rossi 5.5. Arbitro: Peruzzo 6. Reti: nel st 1′ Birsa. Recupero: 0′ e 3′. Angoli: 7-2 per il Milan Ammoniti: Costa, Gavazzi, Kristicic per gioco scorretto. Spettatori: 31.575 per un incasso di 760.905,76 ** I GOL – 1′ st: servito da Robinho, rasoterra vincente di Birsa che dal limite insacca nell’angolo basso alla sinistra del portiere.

Genoa-Napoli 0-2 (0-2). Genoa (3-5-2): Perin 5,5, Gamberini 5 (37′ pt Stoian 6,5), Portanova 6, De Maio 6,5, Vrsaljko 6,5, Biondini 6, Matuzalem 5,5 (14′ st Fetfatzidis 6), Kucka 5, Antonini 5,5 (1′ st Santana 6), Calaiò 4,5, Gilardino 5 (32 Donnarumma, 53 Bizzarri, 2 Sampirisi, 10 Lodi, 14 Cofie, 26 Centurion, 44 Sokoli, 69 Sturaro, 77 Konate). All.: Liverani 5. Napoli (4-2-3-1): Reina 6, Mesto 6,5, Britos 6,5, Albiol 6,5 (1′ st Cannavaro 6,5), Zuniga 6,5, Inler 6, Behrami 6,5, Insigne 6, Pandev 7,5 (35′ st Dzemaili), Callejòn 6, Duvan Zapata 6 (13′ st Higuain sv). (1 Cabral, 15 Colombo, 3 Uvini, 14 Mertens, 17 Hamsik, 21 Fernandez, 22 Radosevic, 27 Armero). All.: Benitez 7. Arbitro: D’Amato di Barletta 6 Reti: pt, 14′ e 24′ Pandev Angoli: 7 a 5 per il Napoli Recupero: 1′ e 3′ Ammoniti: Mesto, Matuzalem, Kucka per gioco scorretto; Higuain per proteste. Spettatori: 24.000 circa ***I GOL -14′ pt: Kucka sbaglia il passaggio a centrocampo all’indietro e libera Pandev che arriva tutto solo davanti a Perin e lo batte con un rasoterra facile facile. -24′ pt: un passaggio in mezzo all’area del Genoa deviato da un difensore libera ancora Pandev davanti a Perin che viene battuto con un altro rasoterra angolato.