Verratti: “Ventura? No comment…”. Quando gli preferì Insigne a centrocampo… VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 novembre 2018 23:57 | Ultimo aggiornamento: 13 novembre 2018 22:57
Verratti: "Ventura? No comment...". Quando gli preferì Insigne a centrocampo... VIDEO

Verratti: “Ventura? No comment…”. Quando gli preferì Insigne a centrocampo… VIDEO

ROMA – ”Questa Italia è guarita e adesso vuole riconquistare i suoi tifosi, possiamo riuscirci seguendo la strada che abbiamo intrapreso. Mi piace la filosofia di Mancini, credo possa essere la migliore per il futuro”. Marco Verratti suona la carica in attesa della sfida di sabato a Milano contro i campioni d’Europa del Portogallo decisiva per la Nations League. Vincendo gli azzurri potrebbero approdare alla Final Four dopo aver rischiato la retrocessione fino a poco tempo fa.

”Al primo posto nel nostro girone crediamo per davvero – ha ribadito il centrocampista del Psg – E’ una sfida bella quanto difficile ma come detto ci crediamo, ne abbiamo parlato già fra noi, dobbiamo vincere sabato senza cambiare il modo di giocare adottato nelle ultime gare”. Contro Ucraina e Polonia, in ottobre, l’Italia ha infatti convinto sul piano del gioco e della partecipazione, e non è un caso che Mancini intenda confermare per sabato gli stessi uomini e lo stesso modulo, il 4-3-3. L’unica novità, a causa del forfait di Bernardeschi che ha dovuto lasciare oggi il raduno per un problema agli adduttori, potrebbe essere l’impiego di Immobile nel tridente con Chiesa e Insigne, con i vari Berardi e Politano possibili alternative come è emerso dall’allenamento di questo pomeriggio. Nessuna sorpresa a centrocampo dove si candidano Verratti, Jorginho e Barella, con Pellegrini in rampa di lancio.

”L’importante è mantenere una nostra filosofia di gioco e una nostra identità – ha dichiarato Verratti – Dispiace per l’infortunio perché Federico è un grande giocatore, fondamentale per la Nazionale e per la Juve. Ma qui c’è un bel gruppo e chi scenderà in campo non farà rimpiangere gli assenti”.

Quindi ha evidenziato il feeling con Jorginho: ”Mi piace giocarci assieme, avere in mano sempre il pallino. Non credo che sia un centrocampo leggero, per me è la strada giusta. Un anno fa abbiamo vissuto uno dei momenti più brutti – ha aggiunto ricordando il flop con la Svezia costato all’Italia la qualificazione ai Mondiali – Non mi va di parlare di Ventura, non tutte le responsabilità sono sue ma un idea e la tengo per me. Pensiamo a ripartire e far sì che la gente torni a innamorarsi della Nazionale. Questo deve essere il nostro primo obiettivo”. Oltre ovviamente ai 3 punti che non guastano mai.

LEGGI ANCHE:
Classifica, calendario, risultati e marcatori del campionato di Serie A.
Come funziona l’abbonamento a Dazn per vedere le partite di Serie A.
I siti legali dove vedere in streaming le partite di calcio.