Arturo Vidal, derby di calciomercato tra Inter e Milan per prenderlo

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 27 Giugno 2019 17:26 | Ultimo aggiornamento: 27 Giugno 2019 17:26
Arturo Vidal, derby di calciomercato tra Inter e Milan per  prenderlo

Arturo Vidal, derby di calciomercato tra Inter e Milan per prenderlo. Foto EPA/Enric Fontcuberta

MILANO – Arturo Vidal accende il primo derby stagionale di calciomercato tra l’Inter ed il Milan. Il centrocampista del Barcellona, nonostante il suo stipendio faraonico di nove milioni di euro a stagione, fa gola ad entrambe le milanesi.

Nel caso dell’Inter, è stato espressamente richiesto da Antonio Conte, che lavorerebbe volentieri di nuovo con lui dopo l’esperienza alla Juventus, mentre il Milan lo vorrebbe come stella della squadra. 

Da questo punto di vista, l’Inter dispone di cartucce migliori. Come detto, tra Antonio Conte ed Arturo Vidal intercorre un rapporto di stima reciproca dai tempi della Juventus, entrambi vorrebbero tornare a lavorare insieme. L’Inter potrebbe anche convincere il Barcellona inserendo nella trattativa Radja Nainggolan. 

5 x 1000

C’è da lavorare sulla formula giusta perché il Barcellona ha rifiutato lo scambio di prestiti tra Arturo Vidal e Radja Nainggolan. Il Barcellona non vorrebbe cedere Vidal ma nel caso in cui fosse costretto a farlo vorrebbe darlo via solamente a titolo definitivo e non è in prestito. 

Quindi l’Inter per convincere il Barcellona dovrebbe presentare una offerta per acquistare il calciatore a titolo definitivo e dovrebbe inserire nella trattativa Radja Nainggolan (anche lui a titolo definitivo e non in prestito). Insomma, i nerazzurri dovrebbero sborsare del cash ed abbassare l’entità dell’offerta con il cartellino di Nainggolan. 

Al momento la trattativa prosegue ma se i nerazzurri vogliono battere la concorrenza delle altre società interessate a Vidal devono presentare al più presto una offerta importante per l’acquisto del calciatore cileno a titolo definitivo e non temporaneo come avrebbero voluto in un primo momento. 

Da questo punto di vista, il Milan ha meno potere d’acquisto perché deve fare i conti con gli obblighi imposti dalla Uefa e non può alzare troppo il monte ingaggi dei suoi calciatori. Insomma, per Vidal, l’Inter è in pole sui cugini del Milan.