Video, Antonio Conte confonde Norvegia con Danimarca

di redazione blitz
Pubblicato il 13 Ottobre 2015 18:11 | Ultimo aggiornamento: 13 Ottobre 2015 18:11
Video, Antonio Conte confonde Norvegia con Danimarca

Conte nella foto LaPresse

ROMA – Antonio Conte è fiducioso, secondo il ct la Nazionale Italiana è pronta ad offrire una grande prestazione contro la Norvegia allo Stadio Olimpico di Roma. Nessuna distrazione nonostante la qualificazione conquistata a Baku con un turno di anticipo.

Poi un piccolo lapsus per il ct della nazionale italiana, che confonde i nostri prossimi avversari con la nazionale danese: «Credo che tutte e due, Danimarca e Croazia approderanno agli Europei. Una si qualificherà direttamente».

”Sarà una nazionale ugualmente competitiva, a prescindere dal mio contratto – ha detto a RaiSport. La storia insegna: Prandelli andò al Mondiale col prolungamento e l’Italia usci’, Lippi vinse un mondiale e tutti sapevano che avrebbe lasciato”. Quanto a guidare la nazionale anche a un Mondiale, “mai dire mai” la risposta del ct.

“Mondiale ed Europeo sono esperienze che ti porti dietro tutta la vita: io ho sempre invidiato da giocatore il commissario tecnico della nazionale che partecipava ad un europeo o a un mondiale, esserci oggi penso che sia una cosa fantastica. Le ho giocate da calciatore e in quel momento senti l’Italia che soffia e che ti spinge”.

Alle offerte di Tavecchio Conte risponde: “Penso che bisogna fare un passo alla volta. Mai dire mai? In tutte le cose, mai dire mai…”, le sue parole a RaiSport. ”Roma e’ un città stupenda, che ho imparato ad apprezzare venendo qui per il lavoro da ct, ma i tifosi giallorossi e la societa’ devono stare sereni; Garcia e’ un ottimo tecnico, io lo stimo molto”, ha anche detto nell’esclusiva prepartita alla Rai, commentando una delle voci su una sua possibile destinazione nella prossima stagione.

“Per le candidatura dei giocatori a un posto all’Europeo – ha aggiunto – le porte sono aperte ma non troppo. Non mi faro’ condizionare dai venti, che vengano da nord, centro o sud, nè ammorbidire dai grandi nomi o dalle pressioni mediatiche, che ci sono sempre state”.

“All’Europeo – e’ l’ambizione azzurra – nessun traguardo ci sara’ precluso; anche se non partiamo favoriti, saremo un problema per tutti. Io dico comunque che un tecnico viene valutato per i risultati, e invece dovrebbe contare anche il lavoro svolto”.

Ripercorrendo indietro il film della qualificazione, Conte ha rivelato che “il momento piu’ difficile e’ stato prima della trasferta in Bulgaria. Ci sono state tante situazioni non semplici e non belle, a cominciare dall’infortunio-non infortunio di Marchisio. Ma le difficoltà – la conclusione – mi hanno temprato: alla fine, probabilmente, avevo bisogno di passare un periodo cosi’ burrascoso”
Video da Il Corriere della Sera.