VIDEO YouTube. Bruno Cirillo lascia calcio: con Materazzi…

di redazione blitz
Pubblicato il 22 Settembre 2015 19:19 | Ultimo aggiornamento: 22 Settembre 2015 19:19

ROMA – Bruno Cirillo lascia il calcio dopo una lunga carriera. Verrà ricordato anche per la vicenda del pugno tiratogli da Marco Materazzi al termine di Inter-Siena il primo febbraio 2004. Ecco la lettera aperta di Bruno Cirillo per i suoi fan.

Carissimi amici, Ogni ragazzino che gioca a pallone , ha un sogno, arrivare nel calcio che conta è magari diventando famoso. Purtroppo pochissimi sono quelli che ci riescono. Io invece, sono uno tra quelli fortunati, che sono riuscito a fare del Calcio non solo la mia grande passione ma anche la mia professione. Il calcio mi ha dato moltissimo, mi ha fatto conoscere tantissima gente e fare tante nuove amicizie. Mai avrei pensato che un giorno avrei vestito la gloriosa maglia dell’Inter , di giocare la Champions League con una squadra di un altro paese come l’AEK Atene ,di giocare l’Europa League con il Paok di Salonicco di giocare in paesi importanti come Spagna,Francia e Grecia o nei campionati meno conosciuti come India e Cipro. Calcare gli stadi più belli ed importanti del mondo, vincere un Campionato Europeo under 21 vestendo la maglia Azzurra . Grazie al calcio ho coronato il sogno di ogni uomo , mettere su famiglia. Mi ha fatto conoscere mia moglie con la quale abbiamo costruito una splendida famiglia . Purtroppo gli anni passano, ed arriva il momento, che nella tua mente speri non arrivi mai, quello di smettere . Ho voluto chiudere la mia carriera , giocando l’ultimo anno nella società che mi ha lanciato nel calcio che conta , la Reggina , che assieme ai tifosi , terrò sempre stretta nel mio cuore. Oggi è un giorno tristissimo, che devo ancora metabolizzare, in quanto ho deciso che dopo oltre 20 anni di carriera di chiudere con l’attività di calciatore . Lascio il calcio giocato ma spero di rimanere comunque in questo mondo che sento mio è che mi affascina ancora moltissimo. Nel salutare tutti i miei tifosi e amici, volevo ringraziare tutti coloro che lungo tutti questi anni mi sono stati particolarmente vicini. In primo luogo la mia famiglia , con i miei genitori in testa ed i miei fratelli . Un pensiero speciale va a mio Padre , che da la sù, sono sicuro che mi guiderà anche nelle scelte future. A quei amici che mi sono stati sempre accanto e mi hanno sostenuto e consigliato. Un grazie a tutte le società per le quali ho giocato , ai loro dirigenti, dai dottori , ai fisioterapisti,ai massaggiatori, ai preparatori fino ai magazzinieri . Un grazie particolare va a tutti gli allenatori ed ai loro secondi . In questo giorno particolare voglio portare con me tutti i momenti ed i ricordi più belli e positivi, lasciando alle spalle quelli brutti e negativi , perché il calcio e divertimento , il calcio è bello. Un grosso abbraccio a tutti voi ed ….. a presto Bruno Cirillo Reggina , Tricase , Inter , Lecce , Siena , Aek Atene, Levante, Paok Salinicco, Alki Larnaca , Metz , Pune City …… Grazie di cuore a tutti voi