VIDEO YOUTUBE. Lione-Zenit 0-2 highlights

di redazione blitz
Pubblicato il 4 Novembre 2015 23:46 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2015 23:46

VIDEO YOUTUBE. Lione-Zenit 0-2 highlights

Il 2° gol di Dzyuba

LIONE, FRANCIA – Zenit San Pietroburgo batte Lione 2-0 in una partita valida per la 4/a giornata del gruppo H di Champions League, disputata allo Stade de Gerland. Reti: 25′ pt e 12 st Dzyuba.

Focus su Dzyuba. Nato a Mosca, nel 2005 entra a far parte delle giovanili dello Spartak e nel 2006 entra in prima squadra debuttando in Prem’er-Liga e in Champions League, nella partita vinta 1-3 sul campo dello Sporting Lisbona del 5 dicembre 2006, subentrando al 93º minuto a Vladimir Bystrov. In tutto totalizza 5 presenze in campionato senza andare a segno.

Nel 2007 comincia a trovare più spazio e totalizza 16 presenze in campionato e una rete, nel pareggio esterno per 1-1 del 15 aprile contro il Tom’ Tomsk. Il 19 dicembre realizza la sua prima rete in competizioni europee andando a segno nella sconfitta esterna (2-1), sul campo del Tolosa, nel match valido per la fase a gironi della Coppa UEFA 2007-2008. A fine stagione, lo Spartak conclude secondo in campionato per la terza volta consecutiva, alle spalle dello Zenit.

Anche nel 2008 totalizza 16 presenze in campionato ed una rete, nel derby casalingo, terminato 1-1, contro la Dinamo Mosca del 23 agosto. Il 27 agosto, realizza la sua prima rete in Champions League, nella sconfitta esterna (4-1) sul campo della Dinamo Kiev, nella partita valida per il terzo turno preliminare della Champions League 2008-2009. Il 18 dicembre realizza la sua prima doppietta in competizioni europee nel pareggio esterno (2-2) sul campo del Tottenham, nella partita valida per la fase a gironi della Coppa UEFA 2008-2009. A fine stagione, lo Spartak si classifica ottavo, disputando uno dei peggiori campionati della sua storia. Peggio fece solo nel 2003, classificandosi decimo.

Nel 2009 allo Spartak trova meno spazio, data anche la concorrenza con il compagno brasiliano Welliton, che sarà poi capocannoniere del campionato. Il 7 agosto, dopo 558 minuti in campionato e due gol, contro Tom’ e Saturn, viene ceduto in prestito al Tom’ Tomsk fino a fine stagione. Debutta con la nuova maglia il 9 agosto nella vittoria esterna (0-2) sul campo dello Zenit. Realizza la sua prima rete con il club siberiano il 3 ottobre, con una doppietta ancora contro il Saturn (3-1). Conclude la stagione con 18 presenze in campionato e 5 reti, 3 con il Tom’ e 2 con lo Spartak. A fine stagione, fa ritorno a Mosca.

Nel 2010 a Mosca non trova spazio e dopo solo due giornate di campionato e 32 minuti disputati, l’8 aprile viene riceduto al Tom’ sempre in prestito fino a fine stagione. A Tomsk trova uno spazio da titolare e disputa un’ottima stagione, con 24 presenze in campionato e 10 reti, che gli valgono il quinto posto nella classifica marcatori della Prem’er-Liga 2010, a pari merito con Danny e Vladimir Djadjun. A fine stagione, la compagine siberiana conclude con un soddisfacente nono posto.

Tornato dal prestito, nel 2011 trova un posto da titolare allo Spartak, disputando 41 partite su 44 in campionato e segnando 11 reti, risultando il secondo miglior marcatore stagionale della squadra dopo Emmanuel Emenike. In Europa League lo Spartak non riesce a qualificarsi alla fase a gironi venendo sconfitto ai play-off con l’aggregato di 4-5 dal Legia Varsavia. A fine stagione, in campionato, lo Spartak, come nel 2007, conclude ancora una volta secondo alle spalle dello Zenit.

Nel 2012 trova meno spazio, infatti il nuovo tecnico Emery gli preferisce attaccanti come Movsisyan e Ari. A novembre, con il ritorno in panchina di Karpin riesce a ritrovare spazio. In tutto, colleziona 25 presenze in campionato, quasi tutte da subentrato, e sole 4 reti contro Zenit, Dinamo Mosca, Kryl’ja Sovetov e Amkar Perm’. A fine stagione, lo Spartak conclude quarto, centrando la qualificazione allo spareggio per l’accesso alla fase a gironi dell’Europa League 2013-2014.

Nell’estate del 2013 passa in prestito al Rostov, con cui debutta il 15 luglio realizzando una doppietta contro il Terek Groznyj. Si ripete le settimane seguenti segnando una rete contro il Krasnodar e una tripletta contro il Tom’ Tomsk, sua ex squadra, raggiungendo quota 6 gol in 3 presenze. Conclude la prima parte di stagione con 17 presenze in campionato e 12 reti, risultando il momentaneo capocannoniere della Prem’er-Liga 2013-2014, a pari merito con l’ex compagno di squadra Movsisyan.

Il 6 febbraio 2015 viene ufficializzato il suo accordo con lo Zenit San Pietroburgo, con il quale andrà a giocare al termine della stagione 2014-2015.
VIDEO YOUTUBE. Lione-Zenit 0-2 highlights.