Vincenza Sicari, dalle Olimpiadi alla paralisi: “Aiutatemi, fatemi capire cos’ho”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 dicembre 2016 14:55 | Ultimo aggiornamento: 27 dicembre 2016 14:55
Vincenza Sicari, dalle Olimpiadi alla paralisi: "Aiutatemi, fatemi capire cos'ho"

Vincenza Sicari

ROMA – Vincenza Sicari, 37 anni, nel 2008 aveva raggiunto il picco della sua carriera, classificandosi 29esima nella maratona delle Olimpiadi di Pechino. Oggi, purtroppo, la sua vita è molto diversa.

Come racconta il Tempo, Vincenza è su un letto dell’ospedale Sant’Andrea a Roma, senza possibilità di guarigione. Tutto è iniziato nel 2013 quando l’atleta ha cominciato ad accusare affaticamento muscolare, febbri spossanti e frequenti formicolii: i sintomi di un tumore al timo. Il lungo calvario è iniziato proprio dall’operazione per rimuovere il brutto male che è stato seguito da una polmonite e che l’ha portata, in seguito, ad essere paralizzata dal tronco in giù. A Milano, dal professor Mariani è arrivata una terribile sentenza: si tratta di un problema neuromuscolare del quale non si conoscono le cause.

Quello di Vincenza oggi è un grido di aiuto, un aiuto per la sua lotta continua, per la sua maratona più difficile, quella per la sopravvivenza:

“Ho una mutazione genetica che sembrerebbe il primo caso in Italia, secondo quanto emerge dalle biopsie ma nessuno fa niente per curarmi. Ho 37 anni, sono ridotta a pesare 30 chili e non mi muovo più. […] Spero che qualcuno dall’alto si renda conto di quello che sta succedendo e prenda in mano questa situazione. […] Io voglio solamente ripetere gli esami, poi se qualcuno ha sbagliato in passato se la vedrà con gli avvocati. Sono sicura di non avere una malattia rara, questa è l’unica cosa che mi dà la forza di andare avanti”.