Stadi, la tessera non basta: picchiato a sangue ragazzo di Ragusa prima di Brescia-Palermo

Pubblicato il 13 Settembre 2010 8:58 | Ultimo aggiornamento: 13 Settembre 2010 15:31

La tessera del tifoso non ferma la violenza negli stadi. Un giovane di 24 anni, originario della provincia di Ragusa, è stato aggredito e picchiato nella mattinata di domenica 12 settembre nei pressi di una biglietteria dello stadio Rigamonti di Bresca. Il giovane stava accompagnando due amici allo stadio, in occasione della sfida tra Brescia e Palermo, quando alcuni tifosi bresciani avrebbero riconosciuto l’accento siciliano e l’ hanno picchiato selvaggiamente.

Il ragazzo è stato trasportato in  ospedale a Brescia, la prognosi è riservata e sulla base dei primi accertamenti sanitari ha riportato fratture alle costole e infiltrazioni di sangue al polmone. Non è, fortunatamente,  in pericolo di vita.

Delle indagini si sta occupando la Digos della Questura di Brescia. Il giovane ferito vive a Brescia da quattro anni ed è uno studente universitario prossimo alla laurea. Un altro tafferuglio si è verificato in tribuna laterale, al termine dell’incontro e la polizia è intervenuta per separare alcuni tifosi bresciani e palermitani.