Sgarbi conferma: “Prenderò il Cervia. Sesso libero in ritiro”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 ottobre 2018 11:59 | Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2018 11:59
Sgarbi conferma: "Prenderò il Cervia. Sesso libero in ritiro" (foto Ansa)

Sgarbi conferma: “Prenderò il Cervia. Sesso libero in ritiro” (foto Ansa)

ROMA – Vittorio Sgarbi conferma: acquisterò il Cervia. E in una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport, Sgarbi traccia le linee programmatiche del club: “Lo rinominerò Cervia Milan Marittima e nel giro di poco tempo voglio portarlo dalla Promozione in Serie A. Il calcio è uno spettacolo che ha un pubblico, un’emozione e una reazione. Insomma, quello che dovrebbero rappresentare l’arte e i musei”.

“Moduli? Non ne so nulla. Mi dirà Berlusconi. Penso di avere anche delle affinità caratteriali con De Laurentiis. Un fumantino come me”. Il passato di Sgarbi però è bianconero: “Da bambino tenevo la Spal per ragioni campanilistiche. E la Juve. Il mio giocatore preferito era Sivori. Buffon è un uomo di grande equilibrio che potrebbe fare il Presidente della Repubblica o il ministro dell’Economia. Ed è pure un grande appassionato di arte”.

Infine Sgarbi dice la sua sul sesso nel calcio: “Non credo che danneggi. Anzi. Credo che uno che fa del buon sesso non troppo faticoso sia in condizioni migliori per giocare a calcio. Vieri mi veniva a trovare quando ero assessore a Milano, non mi parlava di partite e nemmeno di arte. Ma di donne. Io sono stato fidanzato con un certo numero di ragazze legate, prima e dopo, con dei calciatori: una di Prato molto carina riconducibile anche a Buffon, un’altra che era stata con un portiere famoso e poi altre riconducibili a Milan e Juve”.